Cultura e società Ultime Notizie

Bolzano. Manlio Longon, cittadino onorario della Città di Bolzano.

10 Ottobre 2017

author:

Bolzano. Manlio Longon, cittadino onorario della Città di Bolzano.

La proclamazione nel corso di una pubblica cerimonia il prossimo sabato 14 ottobre.
Manlio Longon, martire della Resistenza, è cittadino onorario della Città di Bolzano. Dopo la decisione della Giunta comunale di alcune settimane fa, è giunto il momento della proclamazione ufficiale. Il conferimento della cittadinanza onoraria si svolgerà in due fasi. Sabato 14 ottobre alle ore 10.30, nella Sala Consiglio del municipio, per mano del Sindaco Renzo Caramaschi, Bolzano conferirà ufficialmente al martire della Resistenza la Cittadinanza Onoraria della Città. Il prof. Carlo Romeo terrà una prolusione storica e un intervento musicale di alcuni allievi della classe di Musica Elettronica del Conservatorio “Claudio Monteverdi” concluderà la cerimonia. La seconda parte della cerimonia si svolgerà alle ore 12.00 presso il Giardino dei Saggi al Parco Firmian dove sarà dedicato a Longon di un albero della memoria. Bolzano infatti ha dedicato ai saggi che hanno avuto profondi legami con la città questo luogo della memoria “perché la sapienza sappia risvegliare in ogni cittadino la passione per l’umanità”.
Manlio Longon era nato a Padova, il 1 gennaio 1911. Dopo la laurea in economia e commercio all’Università degli studi “Ca’ Foscari” di Venezia, fu assunto dalla Magnesio di Bolzano. L’impresa era considerata di interesse bellico, e pertanto Longon fu esonerato dal servizio militare nel corso della seconda guerra mondiale.
Dopo l’8 settembre 1943 fu tra i promotori della Resistenza e fu presto responsabile del Comitato di Liberazione Nazionale, CLN, di Bolzano. L’attività locale del CLN fu caratterizzata dall’essere parte della Zona d’Operazione delle Prealpi (Alpenvorland), e quindi di fatto annessa alla Germania. Molto attivo fu nell’assistenza agli internati nel Lager di Bolzano. A metà del dicembre 1944 Longon cadde nelle mani della Gestapo. Fu impiccato nella sua cella dove era stato imprigionato il 31 dicembre 1944, dopo giorni di atroci torture.

Foto, Manlio Longon, martire della Resistenza, cittadino onorario della Città di Bolzano

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com