Cultura & Società Ultime Notizie

Bolzano. Cos’è il romanzo? Tutto, fuorché noia

21 Ottobre 2017

author:

Bolzano. Cos’è il romanzo? Tutto, fuorché noia

Seminario internazionale aperto a tutti, agli studenti in particolare.

Giovedì 26 ottobre alle ore 18.00, nell’aula magna del liceo “Pascoli”a Bolzano, si apre la decima edizione del Seminario Internazionale sul Romanzo, un’iniziativa del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento, ideata e diretta dal prof. Massimo Rizzante, docente di letterature comparate. Collaborano quest’anno a Bolzano il liceo “Pascoli”, il liceo “Carducci”, la rivista on-line “Fillide” e la Biblioteca Civica. Obiettivo del Seminario è quello di far conoscere le letterature del secondo ‘900 a studenti, insegnanti e a tutti gli interessati, perciò gli incontri sono aperti a tutti.
Agli insegnanti sarà rilasciato un attestato di frequenza valido per l’aggiornamento. Non serve iscriversi, basta firmare il foglio di presenza direttamente all’incontro. Ovviamente l’incontro è particolarmente consigliato agli studenti di quinta.
Il tema di quest’anno è La bellezza del romanzo, ovvero quella bellezza che è tipica soltanto di questa forma espressiva. Saranno relatori, sia a Trento che a Bolzano, scrittori, critici letterari, ricercatori e docenti universitari che arrivano anche dall’estero; del resto sono partner del Seminario l’Università di Chicago, la McGill University di Montréal e la rivista parigina “Atelier du roman”.
“L’idea di un seminario dove tutti possono diventare allo stesso tempo docenti e discenti, dialogando liberamente senza alcuna pompa accademica, è alla base della mia esperienza a Parigi negli anni ‘90 del secolo scorso, allorché m’imbattei senza alcun merito e con molta fortuna in Milan Kundera. Nel 1980 Kundera s’insedia all’École des Hautes Études en Sciences Sociales e lì cominciò a formare un gruppo di persone provenienti da molti paesi.” Così il prof. Rizzante ci racconta la genesi del seminario, a partire proprio dalla sua esperienza personale.
È ancora attivo il seminario a Parigi?
“Il seminario di Kundera si è concluso nel 1997, mantenendo sempre il suo carattere cosmopolita. D’altra parte la storia del romanzo è stata sempre sovranazionale, senza distinzioni di patria e di lingua.”
Anche quest’anno parte degli incontri si svolgono nelle scuole.
Da sempre ci preoccupiamo di andare nelle scuole superiori, di agganciare studenti e insegnanti, ma senza alcun intento edificante. Sappiamo che oggi per un adolescente il romanzo e la letteratura non occupano più il posto che occupavano prima. L’infanzia, l’adolescenza, la giovinezza sono diventate dei target editoriali. Meno si legge e più proliferano i target: è la legge del mercato.”
Con quale obiettivo vi rivolgete agli studenti?Vorremmo lasciare ai ragazzi l’impressione che il romanzo è tutto fuorché noia, tutto fuorché intrattenimento. Piuttosto vorremmo inoculare in loro l’idea che esso è una maniera di conoscere il mondo, di esplorare e mettere a fuoco le loro esperienze.”
Chi saranno gli ospiti di quest’anno?
“Si parte da Bolzano con Walter Nardon, coordinatore del Seminario, che parlerà della narrativa italiana del secondo ‘900, poi il prof. Luca Crescenzi, uno dei maggiori studiosi di Thomas Mann, quindi, sia nelle scuole che al Dipartimento di Lettere dell’Università di Trento, arriveranno studiosi e critici letterari come Claudio Giunta, Matteo Marchesini, Antonio Prete, Alfonso Berardinelli, scrittori come Alessandro Piperno, Mauro Covacich, Giorgio Falco, Eraldo Affinati, senza dimenticare gli ospiti stranieri, ad esempio Antoine Compagnon, Miguel Gallego Roca, Carlos Fonseca, Jorge Fornet, You Lou. Si chiuderà a Bolzano l’11 maggio con Paola Italia, una delle maggiori studiose di Alberto Savinio, che parlerà del suo romanzo “Hermafrodito” a sessant’anni dalla prima uscita

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com