Cultura & Società Ultime Notizie

Cohousing Rosenbach, al via il bando per 32 alloggi per giovani altoatesini

10 Agosto 2017

author:

Cohousing Rosenbach, al via il bando per 32 alloggi per giovani altoatesini

Uno stabile dedicato al cohousing, spazi per il coworking e un progetto per favorire l’autonomia abitativa e la cittadinanza attiva: per partecipare c’è tempo fino al 2 settembre.

COHOUSING ROSENBACH #sharingiscaring è il progetto ideato a promosso dal Dipartimento Cultura italiana della Provincia di Bolzano – Ufficio Politiche giovanili e dall’Istituto per l’Edilizia Agevolata della Provincia di Bolzano: un’iniziativa pilota che colloca l’Alto Adige tra le città italiane ed europee che stanno sperimentando nuove forme di abitare condiviso e di attivazione socio-culturale dei quartieri. L’obiettivo è duplice dunque: da un lato dare ai giovani una concreta opportunità per rendersi autonomi dalla famiglia d’origine, dall’altro il loro coinvolgimento nell’attivazione del quartiere Oltrisarcoattraverso la collaborazione con le organizzazioni presenti e la promozione di iniziative volte a coinvolgere la cittadinanza in percorsi socio-culturali.

C’è tempo un mese per presentare la candidatura (entro le 24 del 2 settembre): a disposizione 32 posti letto suddivisi in alloggi doppi con servizi igienici e cucina ad affitto calmierato. Spazi ove attivare un coworking, finiture di pregio e, per i più fortunati, garden roof ovvero giardino sul tetto dell’edificio. L’assegnazione avverrà tramite una selezione basata su criteri che mixano esperienza e attitudini. Per partecipare è necessario consegnare la modulistica e seguire le istruzioni reperibili sul sito www.irecoopbz.eu sulla pagina Facebook del progetto @cohousingrosenbach. Possono partecipare alla selezione giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni residenti da almeno 5 anni continuativi nella provincia di Bolzano, tutte le informazioni per graduatorie e requisiti sono sul sito indicato.

Il progetto, iniziativa su cui l’Amministrazione provinciale lavora già da diversi mesi, è stato varato proprio in questi giorni con la firma del contratto da parte dell’ente che, a seguito dell’aggiudicazione di una gara d’appalto bandita da IPES, per tre anni gestirà l’ambiziosa iniziativa. Si tratta di un RTI formata da Irecoop Alto Adige Südtirol, il Consorzio attivo nell’ambito della formazione ed espressione della cooperazione targata Confcooperative Bolzano e la Cooperativa sociale @ltrimondi, che vanta esperienze e professionalità nei servizi di assessment e coaching. Perché il progetto infatti non si esaurisce nel mettere a disposizione un alloggio ma prevede la messa a disposizione dei giovani cohousers di un percorso di validazione delle competenze, di un percorso di formazione su misura del target che vivrà negli spazi del Rosenbach e l’accompagnamento nell’ideazione, progettazione e realizzazione delle azioni di attivazione socio-culturale. Una tale iniziativa che mira, in ultima analisi, a formare una cittadinanza attiva ed in grado di vivere condividendo spazi, risorse, idee e professionalità non poteva non prevedere, da parte dell’ente gestore, la costruzione di una rete di soggetti: se infatti l’appalto è stato giudicato all’RTI di cui sopra, diversi sono i soggetti che la stessa RTI coinvolge per la realizzazione delle attività: dal Movimento Universitario altoatesino, organizzazione della galassia UPAD alle Cooperative 19 e Inside, testimonianza della capacità dei soggetti di fare rete sul territorio.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *