Esteri Politica Ultime Notizie

Bolzano. Neanche l’ombra dei 70 militari austriaci annunciati alla frontiera del Brennero

17 Agosto 2017

author:

Bolzano. Neanche l’ombra dei 70 militari austriaci annunciati alla frontiera del Brennero

Le elezioni si avvicinano e l’Austria vuol mostrare al suo elettorato di non essere disposta a cedimenti.
Esattamente a un mese di distanza dall’ultimo annuncio austriaco, poi smentito, dell’invio di truppe al Brennero per contrastare l’ingresso di clandestini, il governo viennese ha annunciato ieri che oggi – 17 agosto – sarebbero stati schierati 70 militari che avrebbero coadiuvato la polizia di frontiera del Tirolo nei controlli sull’immigrazione nei pressi del confine del Brennero. Ma fino ad ora non si sono visti i militari che anche in una conferenza stampa a Innsbruck il capo della Polizia locale Helmut Tomac aveva annunciato. Tomac aveva peraltro precisato che al Brennero non sarebbero stati “messi in azione i panzer”, per prevenire il ripetersi delle polemiche scatenate un mese fa. I responsabili civili e militari avevano precisato che la situazione al Brennero al momento è stabile, ma che nello scorso mese è stato registrato un notevole aumento dei clandestini nascosti sotto e dentro i treni merci. L’invio è stato così giustificato per accrescere la qualità dei controlli. “Si tratta non soltanto di prevenire l’immigrazione illegale – ha detto Tomac – ma anche di garantire la vita delle persone.” Mentre il capitano del Tirolo Günther Platter ha mostrato di apprezzare le nuove misure, di diverso avviso si è mostrato il presidente altoatesino. “Prendo atto di quanto è stato deciso– ha detto Kompatscher – benché non vi sia in realtà alcuna necessità dell’intervento di militari per svolgere i controlli”. Al ministero dell’Interno italiano invece l’iniziativa lanciata dall’Austria è stata giudicata “sorprendente e non giustificata”. Secondo quanto si apprende da fonti del Viminale, nei primi sette mesi del 2017 alla frontiera italo austriaca è stato inibito l’ingresso sul territorio nazionale a 1200 cittadini stranieri.In considerazione del fatto che oggi non sono arrivati i preannunciati rinforzi militari, più di un osservatore prende nota che nell’approssimarsi delle elezioni  l’Austria vuole mostrare ai suoi elettori di non essere minimamente intenzionate a cedimenti di sorta.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *