Cultura & Società Musica Ultime Notizie

“Terra muda Cordas et Cannas”

30 Luglio 2017

author:

“Terra muda Cordas et Cannas”

Di Elena Nardo Careddu 

Un concerto coinvolgente quello del gruppo sardo “Cordas et cannas”, tenutosi lo scorso 19 luglio a Simaxis, in provincia di Oristano, nel quale è stato proposto al pubblico il nuovo singolo “Terra muda”, brano composto dal percussionista e compositore Bruno Piccinnu, e ispirato ai problemi ambientali urgenti, il cui efficace videoclip dà voce a quello che è il grido silenzioso del pianeta.

Tra gli altri brani proposti vi sono alcuni ”classici” del gruppo, come “Nanneddu meu”, su testo di Peppino Mereu, poeta di fine Ottocento, che denuncia la povertà in cui il popolo sardo vive, oppure “Su testamentu”, dello stesso Mereu, una canzone nella quale l’autore morente lamenta d’esser stato abbandonato in vita da tutti gli amici, dei quali rifiuta perciò l’ultimo ipocrita saluto.

Emozionante sorpresa della serata, iniziata alle ventidue, la presenza del violoncellista sardo-altoatesino Omar Flavio Careddu, che dopo vari anni di assenza si è esibito con l’amato gruppo.

Coinvolgenti le interpretazioni vocali di Francesco Pilu, abile anche alle launeddas, al flauto traverso, all’armonica a bocca, elegante e mai invadente il basso di Lorenzo Sabattini, avvolgenti e complementari gli interventi dei due chitarristi Gianluca Dessì e Alain Pattitoni e dei fratelli Sandro e Bruno Piccinnu, rispettivamente alla batteria ed alle percussioni.

Il pubblico numeroso e caloroso ha accompagnato il concerto con danze tipiche come “su passu e trese”, una ballo di coppia eseguito tenendosi per mano.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *