Politica Ultime Notizie

Merano. Maiense, trattative a un passo dalla firma

8 Luglio 2017

author:

Merano. Maiense, trattative a un passo dalla firma

L’Amministrazione comunale si è posta l’obiettivo di sistemare all’ex convitto femminile Maiense gli alunni e le alunne della scuola media di Maia Alta, istituto da tempo afflitto da carenza di spazi. La mattina di venerdì 7 luglio gli assessori Stefan Frötscher e Nerio Zaccaria hanno incontrato in municipio i responsabili dell’Ordine Teutonico, proprietario dell’immobile, per chiarire i dettagli dell’investimento. “Le trattative sono già molto avanzate – ha precisato Frötscher – e ormai siamo a un passo dalla firma dell’accordo”.

L’edificio Maiense, di proprietà dell’Ordine Teutonico, è destinato a diventare –  a partire dall’anno scolastico 2018-2019 e per almeno dieci anni – la nuova sede della scuola media di Maia Alta. Per discutere nel dettaglio le condizioni dell’operazione immobiliare gli amministratori comunali hanno questa mattina proseguito le trattative con i proprietari dell’immobile. La soluzione prospettata è quella di una permuta: l’Ordine Teutonico è infatti interessato a realizzare una casa di riposo per anziani (che sarà convenzionata con il Comune di Merano), nell’area di via Innerhofer attualmente occupata dalla Giardineria comunale, che a sua volta si trasferirà nella zona artigianale di Maia Bassa. Il valore del terreno di via Innerhofer è stato stimato in 3,2 milioni di euro, il Maiense invece vale 2,7 milioni di euro. Ciò significa che il Comune, effettuando la permuta, incasserebbe dall’Ordine Teutonico la differenza di 500.000 euro. Somma, questa, che andrebbe investita nei lavori di risanamento e di adattamento dell’ex convitto di via Priami. Il costo complessivo dell’intervento di adeguamento dello stabile alle necessità scolastiche ammonta a 1,8 milioni di euro. I lavori verrebbero effettuati dall’Ordine Teutonico, che consegnerebbe l’edificio chiavi in mano nell’estate del 2018.

“Se fosse il Comune come ente pubblico a farsi carico dell’opera di risanamento – ha spiegato Zaccaria – l’intero iter richiederebbe ben oltre due anni di tempo”.

“Ormai dobbiamo definire soltanto alcuni dettagli. Credo che l’operazione possa essere siglata già a metà della prossima settimana, dopo che la Giunta comunale avrà espresso il suo nulla osta”, ha spiegato Frötscher.

In foto da sinistra: il coordinatore del progetto Robert Vieider, l’avvocato Stefan Thurin, l’assessore Nerio Zaccaria, l’assessore Stefan Frötscher e Sepp Haller, direttore dell’Ordine Teutonico.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *