Politica Ultime Notizie

Laives. Casa Ancarano, lavori al via da settembre

28 Luglio 2017

author:

Laives. Casa Ancarano, lavori al via da settembre

A quasi un anno dal sisma ancora nulla è cambiato per la comunità terremotata di Ancarano, da undici lunghi mesi senza casa. Appena una settimana fa sono iniziati i lavori di sgombero dai sassi franati sulla strada provinciale che porta alla frazione di Norcia (provincia di Perugia), solo pochi giorni fa gli operai hanno iniziato a costruire le casette per le famiglie. Ad andare avanti intanto è il progetto di costruzione di “Casa Ancarano”, una struttura polifunzionale e antisismica che sarà cofinanziata dal comune di Laives e dai fondi raccolti dalle associazioni. A presentare l’iter del progetto questa mattina in municipio è stata una delegazione della frazione umbra, alla presenza del vicesindaco Giovanni Seppi e degli assessori Furlani e Vettorato.

“Lo studio è stato approvato dal comune, le gare d’appalto sono state pubblicate e con tutta probabilità i lavori partiranno in settembre – ha spiegato Venanzo Santucci, presidente della Pro Loco di Ancarano – Per noi quest’opera non sarà soltanto funzionale ma rappresenterà un punto di aggregazione per la comunità”.

Il fabbricato di circa 700 metri potrà ospitare circa 70 posti letto, una sala ristorante, un’area attrezzata per i bambini e un campo sportivo. “Si chiamerà Casa Ancarano perché sarà la casa di tutti”, ha aggiunto il presidente.

Solidarietà intanto arriva anche dagli alunni della scuola elementare Gandhi. Alcuni rappresentanti delle classi VC e VD hanno voluto donare agli amici di Ancarano due orologi da appendere nel futuro centro polifunzionale.

Per chi volesse contribuire al progetto, basta fare una donazione al conto bancario “Laives pro Amatrice e dintorni”, cassa di Risparmio, filiale di Laives IBAN IT21 U060 4558 4800 0000 5004 315   

In foto: una delegazione di Ancarano in municipio    

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *