Politica Ultime Notizie

Bolzano. Confermata la decisione del Comune di aderire formalmente al “Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati”

3 Luglio 2017

author:

Bolzano. Confermata la decisione del Comune di aderire formalmente al “Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati”

Il Sindaco Caramaschi conferma la decisione del Comune, già anticipata la scorsa settimana, di aderire formalmente al “Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati” ovvero lo SPRAR per minori stranieri non accompagnati.

Nella mattina di lunedì, 3 luglio, la Giunta Comunale riunita in occasione della consueta seduta settimanale, ha approvato alcune linee guida per le manifestazioni pubbliche. Come ha spiegato il Sindaco di Bolzano Renzo Caramaschi nel corso della conferenza stampa post-seduta, “I recenti fatti di Torino hanno indotto il Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno ad emanare una circolare a firma del capo della Polizia e Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Gabrielli, che inasprisce le prescrizioni di sicurezza riguardanti le manifestazioni pubbliche”. Per poter dunque verificare le domande di autorizzazione per manifestazioni temporanee di pubblico intrattenimento e spettacolo e poter apportare gli eventuali necessari correttivi, la documentazione da presentare per il rilascio del nulla osta dovrà essere depositata almeno 30 giorni prima dello svolgimento della manifestazione. Dall’analisi della pratica, si potrà verificare se la tipologia di manifestazione proposta debba rientrare tra quelle per le quali la citata circolare “Gabrielli” richieda particolare attenzione. Ad esempio per i concerti pop e rock l’organizzatore dovrà prevedere la capienza dell’area di svolgimento dell’evento, i percorsi di accesso e deflusso, il transennamento delle aree di sosta, un piano di impiego di un adeguato numero di operatori (security).  Per questa tipologia di manifestazione si dovrà vietare la somministrazione e la vendita bevande in bottiglie di vetro e lattine. In caso di presenza preponderante di giovanissimi (under 18) si dovrà vietare anche la vendita di alcolici (per altro già vietata ai minorenni). Ricordiamo che la circolare ministeriale recita testualmente “la valutazione di provvedimenti finalizzati al divieto di somministrazione e vendita di alcolici e altre bevande in bottiglie di vetro e lattine, che possano costituire un pericolo per la pubblica incolumità“. Gli eventi a cui fa riferimento la circolare “Gabrielli” possono corrispondere a manifestazioni di qualunque natura o finalità.
Il Sindaco ha ricordato che gli uffici comunali competenti si sono già attivati predisponendo un elenco con tutte le manifestazioni conosciute al momento dall’amministrazione fino alla fine dell’anno, ad oggi circa un migliaio. Di queste, quelle “più critiche” per quanto riguarda numeri di presenza e sicurezza, sono la Bee Festival alla Fiera di Bolzano con una capienza di circa 3.200 persone, la Festa del Centro Storico (Alstadtfest), il Mercatino di Natale, la Boclassic e la Festa di Capodanno. E’ stato già istituito un tavolo di confronto con la Questura a cui partecipano gli uffici comunali competenti per analizzare le singole manifestazioni e decidere le misure di sicurezza da prescrivere agli organizzatori. Tavolo che si è già riunito in una prima occasione per concordare modalità operative e di collaborazione. Nel caso di manifestazioni particolarmente impegnative, al tavolo saranno invitati anche gli stessi organizzatori.  Sarà inoltre predisposto un documento con le indicazioni di massima su come trattare i vari tipi di manifestazioni, cosa richiedere, quali prescrizioni dare cercando di informare e sensibilizzare tutte le associazioni sull’importanza di presentare le istanze in tempo utile (entro 30 giorni dall’evento) e complete in ogni singolo aspetto. Il Sindaco ha voluto chiarire e ribadire che “non si tratta di regole restrittive imposte dal Comune di Bolzano, ma sono contenute in una circolare del Ministero dell’Interno. Sono regole che fondamentalmente esistevano anche prima e che bisogna però applicare e rispettare. L’obiettivo è di evitare che ci si faccia del male e che si possa ripetere quello che è successo a Torino”. La Giunta si è occupata anche del futuro della Funivia del Colle con una prima analisi del valore patrimoniale dell’azienda. “Il Comune per legge -ha detto il Sindaco – è obbligato entro la fine dell’anno ad attivare le procedure per la dismissione, non rientrando la Funivia del Colle tra le attività funzionali per l’amministrazione. Confidiamo nel fatto che ci possa essere un interesse a subentrare da parte di una società (provinciale o non), deputata al trasporto funiviario. In ogni caso, di certo, non lasceremo gli abitanti del Colle senza funivia e comunicazione con la città. Troveremo sicuramente un acquirente o diversamente un’altra soluzione.

Il Sindaco Caramaschi ha confermato la decisione del Comune, già anticipata la scorsa settimana, di aderire formalmente al “Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati” ovvero lo SPRAR per minori stranieri non accompagnati per un numero complessivo di 20 posti letto e di procedere alla presentazione di un progetto SPRAR. Ricordiamo che si tratta di un servizio del Ministero dell’interno che in Italia gestisce i progetti di accoglienza, di assistenza e di integrazione dei richiedenti asilo a livello locale.

La Giunta ha approvato anche un nuovo percorso pedo-ciclabile in via Cavour per una lunghezza di circa 250 metri nell’area antistanti e gli attuali edifici e piazzali e che consentirà un collegamento ciclabile conforme tra il parco Madonna e vicolo San Giovanni. Sfruttando i marciapiedi e le aree pedonali già esistenti in via Weggenstein verso vicolo San Giovanni. Il transito dei ciclisti verso ovest/ centro storico avverrà come tutt’ora in carreggiata stradale. Il nuovo percorso partirà in continuità con quello esistente. Costo totale dell’intervento da realizzare nel prossimo autunno è di circa 63.000 Euro.

In foto: Renzo Caramaschi   

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *