Politica Ultime Notizie

Trento. Magica Notte, definite le regole a tutela dell’incolumità pubblica

22 Giugno 2017

author:

Trento. Magica Notte, definite le regole a tutela dell’incolumità pubblica

Nella notte tra sabato 24 e domenica 25 giugno nel centro storico cittadino e nel quartiere Le Albere si svolgeranno gli eventi della tradizionale Notte Magica delle Feste Vigiliane.   

Considerato l’elevato afflusso di persone che l’evento richiama e le problematiche di ordine e sicurezza pubblica che questo comporta, anche alla luce dell’attuale scenario internazionale e dei recenti drammatici fatti di Torino, in accordo con la Questura e il Commissariato del Governo di Trento, è stato deciso di adottare alcuni provvedimenti di limitazione alla vendita e alla somministrazione di bevande, per garantire l’incolumità dei partecipanti all’evento e delle persone presenti nelle aree in cui si svolge la manifestazione.

In particolare, dalle 20.30 del 24 giugno alle 3 del 25 giugno, è vietata:

  • la vendita per asporto di bevande, anche alcoliche, in contenitori di vetro o lattine
  • la somministrazione di bevande, anche alcoliche, in contenitori di vetro negli spazi esterni ai pubblici esercizi o agli altri esercizi autorizzati anche temporaneamente a tali attività.

La somministrazione di bevande, anche alcoliche, in contenitori di vetro è ammessa esclusivamente nei plateatici concessi ai pubblici esercizi, a condizione che tali contenitori non vengano portati all’esterno dell’area oggetto dell’occupazione.

Il divieto è in vigore all’interno delle seguenti zone: centro storico cittadino, ossia l’area ricompresa tra via Torre Vanga, via Torre Verde, piazza Sanzio, via Clesio, via dei Ventuno, piazza Venezia, largo Porta Nuova, via S. Francesco d’Assisi, largo Pigarelli, piazza Fiera, via Travai, via Giusti, via Rosmini, via Prepositura, piazza da Vinci (dette vie incluse), piazza Fiera e via Santa Croce, Quartiere “Le Albere”, ossia l’area ricompresa nelle vie corso Lavoro e Scienza, via Monte Baldo, via Sanseverino (dette vie incluse), parco Fratelli Michelin.
Fatta salva l’applicazione delle sanzioni penali, l’inottemperanza ai divieti contenuti nell’ordinanza sarà perseguita con la sanzione amministrativa pecuniaria da 89 a 534 euro, con ammissione al pagamento in misura ridotta entro 60 giorni dalla contestazione o notificazione della violazione di una somma pari a 178 euro.

Nell’illustrare in conferenza stampa i contenuti del provvedimento il sindaco Alessandro Andreatta e l’assessore al turismo, Roberto Stanchina, hanno deplorato la circolazione di voci inesatte che nei giorni scorsi hanno alimentato inutili polemiche.

L’ordinanza, di competenza del sindaco in qualità di responsabile della sicurezza cittadina, è in linea con quanto stabilito a livello nazionale dal Capo della polizia e conferma l’attenzione alla sicurezza e alla gestione degli eventi che ha sempre caratterizzato l’Amministrazione comunale.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *