Cronaca Esteri Ultime Notizie

Londra. 76 dispersi tra cui 30 decessi certi sul Grenfell Tower

16 Giugno 2017

author:

Londra. 76 dispersi tra cui 30 decessi certi sul Grenfell Tower

La regina Elisabetta e il sindaco Sadiq Khan visitano in ospedale i feriti, la premier solo dopo le aspre critiche per il suo disinteresse.

Almeno 76 sono le persone considerate come «disperse» e tra queste 30 sono i decessi accertati. Le vittime della torre di Londra, ammette Scotland Yard, forse non saranno mai identificate. Il prezzo, questo, della disuguaglianza britannica, riflette sul Guardian Lyndsey Hanle, “dove i privilegiati possono comprarsi la propria sicurezza, mentre i poveri e chi abita in condomini di edilizia popolare come il Grenfell Tower sono condannati a standard di serie B.” Intere famiglie con bambini e giovani, come l’italiana Gloria Trevisan e il fidanzato Marco Gottardi, mancano all’appello. A tre giorni dalla tragedia, i soccorritori non si aspettano più di trovare altri sopravvissuti.

Dal Times si apprende che sarebbe costato soltanto cinque mila sterline (5700 euro),per mettere in sicurezza queste persone. Con 5mila sterline in più, l’impresa edile che ha lavorato su una ristrutturazione da 10 milioni, avrebbe potuto usare un rivestimento ignifugo per ricoprire i muri esterni, riferisce ilTimes di Londra che ha parlato con un venditore della Reynobond, la ditta americana produttrice dei pannelli usati nella ristrutturazione. Il modello non infiammabile costa 22 sterline al metro quadro: soltanto due in più rispetto a quelli utilizzati. La società a cui era stato appaltato il lavoro ha scelto invece quelli più economici, con all’interno materiale plastico, quindi infiammabile. «Pannelli vietati negli Usa negli edifici più alti di 40 piedi» (12 metri!) per motivi di sicurezza contro gli incendi.

La premier britannica Theresa May ha visitato in ospedale a Londra alcuni dei feriti nell’incendio dopo le forti critiche ricevute per non aver incontrato ieri gli inquilini superstiti e i residenti a differenza di quanto fatto dal leader laburista Jeremy Corbyn, i sindaco Sadiq Khan e oggi anche dalla regina Elisabetta e dal principe William. Anche il leader laburista Jeremy Corbyn ieri ha pubblicamente abbracciato alcuni dei sopravvissuti e anche proposto di mettere a loro disposizione le numerose abitazioni vuote nella capitale.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *