Cultura & Società Ultime Notizie

Costruttori di autocarri, l’Ue accerta l’esistenza del cartello

4 Maggio 2017

author:

Costruttori di autocarri, l’Ue accerta l’esistenza del cartello

CNA-Fita: chiesti risarcimenti per 250 milioni. Venti adesioni in Trentino Alto Adige

Cavallaro: “Aperti i termini per il secondo gruppo, adesioni entro il 31 luglio”

“A seguito dell’interrogazione dell’europarlamentare On. Isabella De Monte, su richiesta della CNA e della CNA-Fita, la Commissione europea ha finalmente pubblicato la decisione con cui ha accertato l’esistenza del cartello dei costruttori di autocarri”. Lo fa sapere Piero Cavallaro, referente della CNA-Fita in Trentino Alto Adige. Sono 20 le aziende della nostra regione che hanno aderito all’azione risarcitoria e altre si preparano a farlo.

La decisione, disponibile solo in lingua inglese, contiene l’ammissione di colpevolezza da parte delle case costruttrici Man, Mercedes, Iveco, Daf e Volvo/Renault, le quali hanno dichiarato che l’unico scopo delle pratiche collusive era quello di distorcere i prezzi dei camion e il loro normale andamento.

Con le informazioni contenute nella decisione, la scorsa settimana, lo Studio Legale Scoccini ha predisposto e inviato la lettera di diffida per conto delle 2902 imprese aderenti al primo gruppo dell’azione risarcitoria. A seguito della quantificazione del danno operata dagli economisti dello studio economico Lear, diretto dal Prof. Buccirossi, è stato richiesto un risarcimento totale di 250 milioni di euro alle case costruttrici, le quali avranno 30 giorni dal ricevimento della diffida per aderire alla procedura di composizione amichevole della controversia.

“Ricordo – aggiunge Piero Cavallaro – che per tutti gli acquirenti di camion dal 1997 al 2011 è ancora possibile partecipare all’azione risarcitoria organizzata da ALI Antitrust Litigation Investment srl tramite l’adesione al 2° Gruppo. Il termine finale per aderire al 2° Gruppo scadrà il 31 luglio 2017, entro tale data dovrà essere completata la registrazione delle anagrafiche e dei mezzi nel portale”.

In foto: Piero Cavallaro, refente CNA-Fita del Trentino Alto Adige

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *