Politica Ultime Notizie

Bolzano. Piano di Sviluppo Strategico Idee 2025 e graduatorie alloggi popolari in primo piano

29 Maggio 2017

author:

Bolzano. Piano di Sviluppo Strategico Idee 2025 e graduatorie alloggi popolari in primo piano

Il sindaco Renzo Caramaschi nella sua consueta conferenza stampa settimanale ha illustrato i principali temi e argomenti trattati dall’esecutivo cittadino. Stamane la Giunta comunale si è occupata del Piano di Sviluppo Strategico Idee 2025.  “Abbiamo fatto il punto -ha detto il primo cittadino- sul lavoro svolto dai partecipanti (178 persone) in rappresentanza delle varie associazioni e della società civile ai quattro “cantieri” (Territorio, Cultura, Sociale ed Economia) attivati nei mesi scorsi. Il prossimo 7 giugno avremo un’assemblea pubblica nel corso della quale “restituiremo” ai partecipanti i risultati del lavoro svolto. Complessivamente sono state 16 le riunioni dei cantieri che hanno visto i cittadini impegnati nell’individuare e proporre idee ed obiettivi per lo sviluppo della città per integrare il documento programmatico di sviluppo che dovremo approvare entro fine luglio. Nelle prossime settimane gli assessori dovranno verificare gli indirizzi dati dai cantieri per valutare se siano o meno compatibili o migliorativi con le rispettive linee programmatiche. Poi ci sarà il passaggio nelle commissioni competenti, quindi in Consiglio comunale entro la fine di giugno. A fine luglio potremo quindi inserire i contenuti del Piano di Sviluppo nelle linee programmatiche di governo che andranno approvate con il bilancio di previsione 2018, entro il prossimo autunno. Rispetto alle varie proposte formulate – ha aggiunto Caramaschi- ho notato con piacere come vi sia una sostanziale identità di vedute rispetto al nostro programma di governo. Tanti i temi d’interesse emersi nei cantieri: il progetto dell’areale ferroviario, il PRU di via Alto Adige, lo sviluppo di Bolzano Sud, la volontà di migliorare i collegamenti ciclabili da e verso il centro in modo da alleggerire ulteriormente il traffico motorizzato. Grande attenzione ai temi legati alla mobilità dolce (pedonalizzazione, tram, car e bike sharing) e alla cultura con grande entusiasmo e aspettative per il futuro polo museale”. Caramaschi ha inoltre sottolineato che sono due gli elementi emersi sin qui in maniera molto chiara: “La richiesta di maggior partecipazione della comunità nelle scelte dell’amministrazione e una grande identificazione dei cittadini nel proprio quartiere. C’è in maniera molto trasversale tra il mondo di lingua italiana e quello di lingua tedesca attaccamento e profondo senso di appartenenza rispetto al territorio. Si chiedono maggiori strutture, servizi e attività culturali affinché i quartieri possano vivere al meglio. Mi par di poter dire – ha concluso Caramaschi- che si allentano le differenze etniche e si alimenta l’orgoglio di partecipazione alla vita di quartiere, il tutto non in contrapposizione, ma insieme alla Città”.

La Giunta ha approvato inoltre un promemoria che dà il via libera alla stipula di un protocollo d’intesa con l’IPES per la gestione condivisa della graduatoria generale dei richiedenti alloggi di edilizia sociale sul territorio del Comune di Bolzano. Il Sindaco Caramaschi ha spiegato che il documento unico di programmazione 2017-2019 annovera tra i principali obiettivi che il Comune intende concretizzare nel corso del 2017, un tavolo di concertazione con l’IPES per “individuare strategie e procedimenti amministrativi che possano sfociare in una proficua collaborazione per entrambi gli enti”. Un primo passo in questa direzione riguarda la gestione condivisa della graduatoria generale dei richiedenti alloggi di edilizia sociale, per agevolare in primis il cittadino che si potrà rivolgere ad un unico ente per depositare l’istanza di assegnazione di un alloggio IPES o di proprietà comunale. Istanza che potrà sfociare in un’unica graduatoria la quale costituirà la base per l’assegnazione degli alloggi liberi di entrambi gli enti. “Questo protocollo – ha detto Caramaschi- costituisce appunto un primo steep di collaborazione sinergica tra i due enti nell’amministrazione del proprio patrimonio immobiliare”.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *