Cultura & Società Ultime Notizie

“Treffiamoci”, la festa della Caritas per i giovani.

5 Aprile 2017

author:

“Treffiamoci”, la festa della Caritas per i giovani.

Dai verbi “treffen” e “incontrarsi” è nato il nome della festa, “Treffiamoci!”, che i ragazzi del servizio civile della Caritas hanno voluto organizzare sabato 8 aprile in piazza Duomo a Bolzano, dalle ore 14 alle ore 17. Tre ore di musica, cibo, convivialità e incontri, per abbattere i pregiudizi, conoscersi e far conoscere alla cittadinanza le attività rivolte ai giovani dalla youngCaritas.

Oltre al buffet interetnico e alla musica dal vivo della band musicale rock Sunsys, sarà data alla popolazione la possibilità di confrontarsi e conoscere persone con stili di vita e background culturali molto differenti tra loro. Un ex-carcerato, alcuni profughi, una persona con handicap saranno infatti presenti per raccontare la loro storia e scambiare con chi vuole due chiacchiere per promuovere il dialogo, ridurre i pregiudizi, rompere gli stereotipi e favorire la comprensione tra persone di diversa età, sesso e provenienza. Gli stessi ragazzi del servizio civile saranno disponibili a raccontare alla cittadinanza la loro esperienza oltre ad informare attraverso uno stand i loro coetanei sulle attività di volontariato possibili grazie a youngCaritas, come il servizio volontario estivo dedicato ai ragazzi dai 15 ai 19 anni o, per i maggiorenni, i tirocini all’estero in Paesi partner di progetti di sviluppo seguiti da Caritas e Oew.

Grandi e piccini avranno inoltre modo di mettere in pratica la loro creatività attraverso un corso di upcycling, realizzando nuovi oggetti e decorazioni pasquali con materiale di scarto e di recupero. Saranno infine presenti due donne nigeriane richiedenti asilo della Casa del Pescatore di Vandoies che realizzeranno per le bambine treccine colorate. “Invitiamo tutta la cittadinanza a partecipare all’evento, soprattutto i giovani, sarà una grande festa all’insegna dell’incontro”, dice Silvia Di Panfilo, collaboratrice della youngCaritas.

Foto/c-Caritas della Diocesi di Bolzano-Bressanone   

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *