Editoriali Ultime Notizie

Teatro Zandonai in festa con la Rotary-Orchester Deutschland.

3 Aprile 2017

author:

Teatro Zandonai in festa con la Rotary-Orchester Deutschland.

Di Marvi Zanoni  

Dal 1996 l’amore per la musica unisce gli 85 soci della ROTARY-ORCHESTER DEUTSCHLAND. Composta da dilettanti di buon livello, che suonano anche in altri ensemble, l’orchestra si riunisce due volte all’anno. Il suo repertorio è ampio e le collaborazioni con direttori e solisti professionisti sono abituali e qualificanti.

I componenti dell’orchestra sostengono personalmente tutte le spese delle trasferte, mentre il ricavato dei concerti contribuisce a sostenere i progetti di beneficenza individuati dai soci.

Dal 2008 il suo direttore stabile è Rasmus BAUMANN, attuale direttore generale della Neue Philarmonie Westfalen e dell’Orchestra dell’Opera nel Distretto Gelsenkirchen. Appassionato musicista, è regolarmente invitato a dirigere ottime orchestre e nei maggiori Teatri d’Opera della Germania.

Sabato 1° aprile 2017, l’orchestra è stata protagonista di una festosa e riuscita serata nello splendido settecentesco Teatro Zandonai di Rovereto. L’invito, partito dal Rotary Rovereto-Vallagarina aveva l’appoggio prestigioso del Comune e dell’Associazione Filarmonica di Rovereto, oltre che del Coordinamento Teatrale Trentino. Lo scopo era quello di raccogliere fondi a beneficio de La Casa di Ancarano di Norcia, centro gravemente colpito dal recente terremoto che ha sconvolto il Centro Italia.

L’appuntamento ha centrato l’obiettivo: il pubblico che ha accolto l’invito era numeroso, attento e festoso.

Soddisfatto delle proposte musicali, ha applaudito lungamente e calorosamente alla fine di ciascuna delle tre composizioni in programma.

Le proposte musicali erano impegnative. L’Ouverture de “La clemenza di Tito” di Mozart (eseguita con freschezza ed eleganza) e la Sinfonia n. 3 di Schubert (proposta con la chiarezza e l’energia necessarie), incorniciavano il “piatto forte” della serata: il 4° Concerto per pianoforte e orchestra di Beethoven.

Per il Concerto di Beethoven l’orchestra rotaryana si è avvalsa della collaborazione del pianista Thomas DUIS, artista attivo e apprezzato a livello internazionale, regolarmente ospite dei maggiori festival musicali.

Collaborazione pienamente riuscita! Duis ha saputo regalarci il prodigio dell’intimità dalla sonorità dolcemente luminosa di questo capolavoro beethoveniano, dialogando con l’orchestra con affascinante e affettuoso tono colloquiale.

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *