Cultura & Società Ultime Notizie

Tra quattro mesi il Jazzfestival compie 35 anni.

9 Marzo 2017

author:

Tra quattro mesi il Jazzfestival compie 35 anni.

Südtirol Jazzfestival Alto Adige: dal 30 giugno al 9 luglio 2017.     

Dieci giorni di ottima musica, location affascinanti in quota e a fondovalle, posti mai visti prima o riscoperti sotto una nuova luce: tutto questo è il Südtirol Jazzfestival Alto Adige 2017 che prenderà il via tra poco meno di quattro mesi, per la precisione venerdì 30 giugno. Per l’edizione numero 35 le nazioni di riferimento sono quelle del Benelux, mentre i concerti saranno 70 con diverse novità tutte da godere.

Ebbene sì, sono passati già 35 anni da quando un gruppo di amanti della buona musica, capitanati dal presidente-fondatore dell’associazione Jazz Music Promotion, Nicola Ciardi, mise in piedi la prima edizione del Jazzfestival altoatesino, svoltasi peraltro in sordina e limitata al solo capoluogo. “Nicola Ciardi è stato un ottimo iniziatore: all’epoca infatti da noi il jazz non era molto ascoltato, per cui anno dopo anno abbiamo cercato di diffondere sempre più questo stile musicale”, dice Klaus Widmann, che nel 2004 ha preso in mano le redini dell’associazione allargando il Festival a tutto il territorio altoatesino. “Volevamo, e lo vogliamo ancora adesso, avvicinare alla musica jazz il maggior numero possibile di persone, locali o forestiere che siano, e far scoprire loro il nostro territorio. Oggi posso dire che questo obiettivo è stato raggiunto e il pubblico ci apprezza sempre di più”, aggiunge Widmann.

Nelle ultime edizioni il festival ha dedicato gran parte del programma ad artisti di determinate nazioni, che sono state via via Francia, Austria-Italia e Gran Bretagna. Quest’anno i riflettori si accenderanno sui tre Stati del Benelux, ossia Belgio, Olanda e Lussemburgo. “In queste nazioni – fa sapere Widmann – si è creato un movimento jazzistico molto interessante e innovativo”. Normale quindi che quest’anno la palma di “artist in residence” sia stata assegnata al chitarrista e compositore olandese Reinier Baas, che durante il festival si esibirà in diverse formazioni allestite per l’occasione.

Inaugurazione con opera al MEC di Bolzano

Toccherà proprio all’artista dei Paesi Bassi inaugurare il Jazzfestival, venerdì 30 giugno, con un evento speciale in una location speciale. Baas presenterà una sua opera composta in origine per il North Sea Jazz Festival e successivamente adattata per il festival altoatesino, inserendo tra le altre cose la saga dolomitica della principessa Dolasilla. Il progetto musicale, battezzato con il nome di Princess Discombobulatrix XL, sarà arricchito dalle illustrazioni dell’artista Typex e dalla voce della cantante operistica Nora Fischer. Decisamente diversa dal solito anche la location: ad ospitare il concerto inaugurale sarà il nuovo centro congressi MEC di Fiera Bolzano, dotato delle più avanzate tecnologie.

130 musicisti, 10 giornate, 70 concerti, 60 location

I musicisti partecipanti all’edizione numero 35 saranno 130, provenienti da tutto il mondo e come sempre anche dall’Alto Adige. Le location coinvolte da venerdì 30 giugno a domenica 9 luglio saranno 60, alcune delle quali sono novità assolute. Impressionante anche il numero di concerti in programma: 70.

Tra le novità del 2017 spicca la collaborazione con il Dipartimento Cultura di Monaco di Baviera, grazie alla quale il vincitore dell’ultima edizione del “Neuer Deutscher Jazzpreis”, Leo Betzl, si esibirà durante il Jazzfestival assieme alla sua band LBT (Leo Betzl Trio).

Il programma definitivo è in dirittura d’arrivo e sarà pubblicato nelle prossime settimane sul sito www.suedtiroljazzfestival.com. News e aggiornamenti anche sulla pagina Facebook del festival: www.facebook.com/suedtiroljazzfestivalaltoadige

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *