Cultura & Società Ultime Notizie

S. Messa per la conclusione dell’anno

1 Gennaio 2017

author:

S. Messa per la conclusione dell’anno

Nella liturgia per la conclusione dell’anno tenutasi nel Duomo di Bolzano, il vescovo Ivo Muser si è soffermato sui valori che caratterizzano la vita cristiana.

Nell’omelia il vescovo Ivo Muser ha rimarcato il fatto che la fede non può essere relegata alla sfera privata, ma che essa deve rappresentare un’espressione concreta della vita quotidiana. Caratteristica importante della vita cristiana è per mons. Muser la domenica, sulla quale ha ricordato l’affermazione forte del vescovo Karl Golser, tratta da una sua Lettera pastorale: „È tempo che la domenica torni ad essere il simbolo dell’identità cristiana.”

Per il vescovo Ivo Muser ogni uomo “che crede con noi” rappresenta un grande valore, ricordando a questo proposito l’esperienza positivamente impressionante della Giornata Mondiale della Gioventù di Cracovia. Inoltre, il vescovo ritiene che i sacerdoti, i religiosi e i molti fedeli che con corresponsabilità si fanno carico di mantenere vivo e di divulgare il lume dalla fede nelle comunità parrocchiali, siano un tesoro molto prezioso. I sacramenti e la Sacra Scrittura sono ulteriori gioielli, poiché attraverso di essi “Dio non smette di comunicare con noi” e parlando di famiglia, su cui Papa Francesco ha largamente discusso nel 2016 anche con il documento postsinodale “Amoris Laetitia” ha aggiunto “Si tratta di differenziare, accompagnare, valorizzare e anche di rispettare la coscienza individuale di ciascun uomo.” Il vescovo ha poi aggiunto che un’ulteriore caratteristica della vita cristiana è la solidarietà e in riferimento alla situazione dei profughi ha sottolineato che “è comprensibile che in molti luoghi vi sia paura, impotenza, sopraffazione rispetto alla tematica dei profughi, poiché soluzioni facili e veloci non ve ne sono. Ringrazio tutti coloro che prudentemente, senza parole populiste, forniscono con lungimiranza e con un atteggiamento di condivisione questa sfida, che ci riguarda e interpellerà tutti per molto tempo ancora.”

L’omelia si è conclusa con uno sguardo sull’imminente beatificazione del martire Josef MayrNusser il prossimo 28 marzo nel Duomo di Bolzano “E´un giovane padre di famiglia che ha improntato la vita nella fede alla Chiesa”, ha detto il vescovo Muser, e ha aggiunto: ”Che egli ci aiuti a mantenerci saldi nella fede. Abbiamo bisogno di un’identità cristiana, che riconosca le proprie radici, le curi, le difenda e le viva, in un dialogo aperto e costruttivo con le altre identità esistenti.”

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *