Sport Ultime Notizie

Il Bolzano si risveglia nel derby, Innsbruck battuto 8 a 5.

29 Gennaio 2017

author:

Il Bolzano si risveglia nel derby, Innsbruck battuto 8 a 5.

Il derby è biancorosso. L’HCB Alto Adige Alperia centra la sua prima vittoria del pick round, battendo al Palaonda l’Innsbruck con un rocambolesco 8 a 5. Grappoli di goal, difese non impeccabili e un continuo botta e risposta che aveva portato i tirolesi a ridosso dei biancorossi, bravi poi a chiudere il match nel finale di terza frazione. 3 punti che rappresentano ossigeno puro per gli altoatesini, che tornano al quinto posto in classifica scavalcando proprio l’Innsbruck.

Dopo il match grande successo per il Family Day powered by Marlene, che ha portato sul ghiaccio bambini, tifosi e i giocatori protagonisti della bella vittoria di stasera. Festa anche per Marco Insam, alla 300esima presenza con la maglia del Bolzano.

La cronaca del match. Coach Tom Pokel ancora senza Palmieri. I goal fioccano già nel primo tempo. Dopo 7 minuti l’Innsbruck passa in vantaggio alla prima occasione, grazie a Lammers, bravo a farsi trovare pronto all’appuntamento con il goal dopo la bella azione sulla sinistra di Bishop. Il pareggio biancorosso non si fa attendere: Metropolit se ne va in contropiede, conclude di rovescio e beffa Chiodo, non impeccabile nell’occasione. Il goalie ospite ci mette lo zampino anche nella rete del vantaggio del Bolzano: Luoma recupera un buon puck, premia l’arrivo a rimorchio di Gander che scarica una conclusione che si infila proprio tra i gambali dell’estremo difensore avversario. Quando la prima frazione sembra doversi concludere con i Foxes in vantaggio, a 22 secondi dalla sirena un errore in impostazione di Luoma apre la via del contropiede a Lammers, che solo davanti a Melichercik non sbaglia. 2 a 2.

Innsbruck pericoloso nei primi minuti del periodo centrale, con un palo clamoroso colpito da Bishop. E’ Toni Bernard a dare la scossa al Bolzano, che torna a condurre grazie al numero 18 che liberato da Kearney fulmina Chiodo da ottima posizione. Tirolesi che concedono due penalità in rapida successione e i biancorossi ne approfittano a pieno, allungando ancora: prima è Insam in 5 contro 3 a festeggiare meglio la sua 300esima presenza con la maglia del Bolzano, con un missile terra-aria imprendibile per Chiodo, poi una meravigliosa combinazione tra Root, Reid e Kearney concede al numero 19 di portare il risultato sul 5 a 2. L’Innsbruck prova a reagire in powerplay e, proprio al termine della superiorità numerica, accorcia le distanze grazie a Smith. I Foxes non si fanno intimorire e tornano avanti di tre reti pochi secondi dopo: conclusione di Reid, Chiodo concede il rebound e Glira ribadisce in rete. 6 a 3, ma le emozioni non sono finite, perché in inferiorità numerica l’Innsbruck accorcia ancora, questa volta con Spurgeon che approfitta di un errore di Glenn per battere per la quarta volta Melichercik. Mirabolante 6 a 4 alla seconda sirena.

Il Bolzano sta attento ad amministrare il vantaggio nei primi minuti della terza frazione, ma l’Innsbruck riesce comunque ad accorciare grazie a Stach, primo ad arrivare sul disco dopo una carambola. Momento delicato, che i Foxes però riescono a superare infilando la settima rete: discesa di Vallerand, che aggira la porta e cerca un compagno al centro, trovando la deviazione fortuita di un terzino avversario che infila il puck nella propria rete. Il 7 a 2 è una boccata d’ossigeno per i Foxes, che chiudono il tabellino sul definitivo 8 a 2 grazie all’empty-net-goal di Oleksuk.

Egger e compagni torneranno sul ghiaccio del Palaonda giovedì 02 febbraio, alle ore 19:45, contro il Klagenfurt.

HCB Alto Adige Alperia – HC TWK Innsbruck 8 – 5 [2-2; 4-2; 2-1]

Reti: 07:16 John Lammers (0-1); 09:07 Glen Metropolit (1-1); 10:41 Markus Gander (2-1); 19:38 John Lammers (2-2); 22:48 Anton Bernard (3-2); 27:44 Marco Insam PP2 (4-2); 28:57 Denny Kearney PP1 (5-2); 32:21 Austin Smith (5-3); 32:46 Daniel Glira (6-3); 34:33 Tyler Spurgeon SH1 (6-4)

Arbitri: Stolc, Trilar / Rakovic, Schauer

Spettatori: 3.359

Foto/© Vanna Antonello  

Luca Tommasini     

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *