Cultura & Società Ultime Notizie

Bolzano. Samantha Cristoforetti, la prima donna italiana nello spazio ora anche mamma

3 Gennaio 2017

author:

Bolzano. Samantha Cristoforetti, la prima donna italiana nello spazio ora anche mamma

La notizia, trapelata ieri, viene anticipata oggi dai quotidiani Alto Adige e Trentino

L’astronauta ha partorito a Colonia una bimba alla fine di novembre, ma la notizia è trapelata solo ieri. Si chiama Kelsel Amal la neonata di Samantha Cristoforetti, la prima donna italiana che a bordo della navicella spaziale Soyuz con una missione della Stazione Spaziale Internazionale dal 23 novembre 2014 per 199 giorni ha volato nello spazio detenendo così il record femminile ed europeo di permanenza nelle sfere spaziali in un singolo volo.

Benvenuto a bordo Presidente “, così il capitano dell’aereonautica militare Samantha salutava Sergio Mattarella il 6 febbraio 2015 tre giorni dopo la sua elezione a Capo dello Stato, che seduto in una poltrona del Centro spaziale europeo di Parigi aveva gli occhi fissi su un grande schermo dove si era materializzata la figura della donna in volo sopra il mondo. “Buona sera capitano, grazie “, rispose il Presidente con un filo d’emozione nella voce, subito ringraziandola perché lei, nella capsula spaziale aveva disteso il Tricolore.

Nata a Milano nel 1977, ma cresciuta in Val di Sole, a Malé in provincia di Trento, ha frequentato la scuola primaria e secondaria a Trento e a Bolzano presso l’Istituto privato delle Marcelline, si è poi laureata a Monaco in ingegneria meccanica. Il resto è carriera in Aeronautica militare, dalla Accademia di Pozzuoli alla scuola di volo Euro-Nato Joint Jet Pilot Training dove consegue il brevetto di pilota militare e di lì, torna poi in Italia e successivamente nel 2009 viene selezionata come astronauta ESA. E poi l’addestramento ai sistemi della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e quello per le EVA, “le passeggiate spaziali”, e quello per le operazioni robotiche. Inizia nel 2012 la missione “Futura” della Agenzia Spaziale Italiana ASI a bordo dell’ISS e il 23 novembre 2014 con la navicella Soyuz ha inizio la missione che si concluderà dopo 199 giorni nella Stazione spaziale Internazionale in Kazakistan.

 

Foto: ritratto di Claudio Calabrese in copertina del libro “Samantha, dal Trentino alle stelle”, Edizioni Praxis Bolzano 2015, autore Luigi Sardi

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *