Politica Ultime Notizie

Bolzano. Mobilità, investimenti per 300 milioni di Euro per migliorare i collegamenti all’interno e con l’esterno dell’Alto Adige

3 Gennaio 2017

author:

Bolzano. Mobilità, investimenti per 300 milioni di Euro per migliorare i collegamenti all’interno e con l’esterno dell’Alto Adige

Ne hanno parlato stamane il presidente Kompatscher e l’assessore Mussner.

Non si parte da zero, perché negli ultimi dieci anni è stato fatto molto per il trasporto pubblico locale, ha detto il presidente Arno Kompatscher presente  l’assessore provinciale alla Mobilità e Infrastrutture Florian Mussner, accompagnato dai direttori di Dipartimento e delle Ripartizioni di riferimento nel’ambito di una conferenza stampa tenutasi a Bolzano questa mattina -3 gennaio – a Palazzo Widmann

Per il 2017 sono previsti investimenti di circa 71 milioni di Euro per le Infrastrutture, di quasi 22 milioni per il Servizio strade e di circa 41 milioni per la mobilità, ovvero attorno ai 134 milioni di Euro in totale. A questi si aggiungono le spese correnti per la mobilità di circa 150 milioni di euro e l’integrazione finanziaria con il bilancio di assestamento. Si tratta pertanto di oltre 300 milioni di Euro.

In particolare si punta alla riduzione del traffico individuale, trasferendo il più possibile la circolazione su bus e treno tramite un’ottimizzazione del trasporto pubblico. Grazie all’accordo quadro siglato nel 2016 con RFI (Rete Ferroviaria Italiana) entro il 2025 si punta a migliorare servizi e infrastrutture per giungere all’armonizzazione degli orari con la cadenza ogni mezz’ora durante i giorni lavorativi su tutte le linee provinciali (tra le 5.30 e le 22.30), e ogni quarto d’ora nelle ore di punta sulle linee Bolzano-Merano, Bolzano-Bressanone e Bolzano-Oltradige, nonché al coordinamento degli orari con le regioni limitrofe.

Per il 2023 si provvederà alla sistemazione della linea Bolzano-Merano e alla predisposizione del doppio binario con l’obiettivo di introdurre la cadenza di mezz’ora (e di 15 minuti). Un altro aspetto di rilievo è l’ampliamento delle linee locali e dei collegamenti transfrontalieri. Sono in corso trattative per garantire un collegamento con treni diretti Bolzano-Innsbruck con il finanziamento del necessario materiale rotabile. Fino al 2019, inoltre, è in atto l’accordo per il collegamento orario Fortezza-Lienz. Anche nel 2017 sarà garantito il transito della linea bus transfrontaliera S.Candido-S.Stefano, Malles-Zernez e Malles-Nauders-Martina e il collegamento di Passo Rombo.

Il progetto di maggior rilevanza, con il cantiere pubblico più grande in Europa, è quello per la costruzione della Galleria di base del Brennero BBT, una pietra miliare per il trasferimento del traffico su rotaia. Come ha ricordato il presidente Kompatscher entro il 2017 verranno assegnati i lavori per la galleria principale e si partirà con la gara d’appalto per la tratta d’accesso Ponte Gardena-Fortezza. I lavori per la BBT dovrebbero essere terminati entro il 2025 in modo tale da poter entrare in funzione nel 2026

Per ottenere una mobilità alpina sostenibile si punta a far circolare entro il 2020 circa 1.000 auto elettriche e installare entro il 2018 oltre 30 colonnine elettriche di ricarica. Inoltre si punta alla ristrutturazione del parco pubblico dei mezzi verso la e-mobility, mano a mano con l’evoluzione della tecnologia (quali progetti pilota vengono acquisiti 12 bus a idrogeno e 4 a trazione elettrica). Nel frattempo per quanto riguarda le autolinee, come ha precisato l’assessore provinciale competente Florian Mussner, nel 2017 è previsto l’acquisto di 124 nuovi bus (Euro 6) per SAD e SASA. Bus elettrici sono previsti per la linea diretta al Parco tecnologico NOI a Bolzano Sud.

Ulteriori investimenti nei prossimi anni sono previsti sui 2.826 chilometri della rete stradale dell’Alto Adige. Tre i progetti di maggior rilievo per quanto riguarda le Infrastrutture stradali, per i quali sono già stati investiti circa 199 milioni, con un ulteriore investimento complessivo di circa 247 milioni di Euro. Nel dettaglio si parla del 2° lotto della Circonvallazione di Merano (160 milioni di Euro), del 2° lotto dell’accesso alla Val Badia dalla Val Pusteria (73,3 milioni di Euro) e Svincolo Centrale di Bressanone (13,8 milioni di Euro

Per il progetto Metrobus, che collega l’Oltradige e Bolzano, nel 2017 i lavori si concentreranno sul 4° lotto per la fermata di San Paolo e sull’8° lotto, riferito a Pianizza di Sotto e sull’appalto del lotto di Caldaro.

Il progetto della Circonvallazione di Bolzano:, uno dei più imponenti e importanti che interesseranno la Provincia nel corso dei prossimi anni, sarà co-finanziato dalla A22.  Quattro i lotti previsti per collegare i punti nevralgici e di maggiore attrazione, nonché due i raccordi cittadini, con la zona Centro e la zona Industriale (con raddoppio della Galleria di S.Giacomo).

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *