Politica Ultime Notizie

Alfreider, Camera approva nostra PdL Costituzionale a tutela ladini. Un voto storico

11 Gennaio 2017

author:

Alfreider, Camera approva nostra PdL Costituzionale a tutela ladini. Un voto storico

La Camera dei deputati ha approvato oggi,  a grande maggioranza dell’aula, la proposta di legge costituzionale in materia di tutela della minoranza ladina in provincia di Bolzano, presentata dai deputati SVP a prima firma del loro capogruppo Daniel Alfreider.

“La proposta di legge costituzionale era sta stata depositata  agli inizi dell’attuale legislatura. La discussione e la votazione in aula sono state  possibili in questa fase della legislatura, giacché la commissione competente Affari Costituzionali della Camera è stata fortemente impegnata con provvedimenti quali la la riforma costituzionale e la legge elettorale. Un anno e mezzo fa è stato avviato in Commissione l’iter del provvedimento, che ha previsto  la richiesta dei pareri ai consigli provinciali e regionali interessati. Con la cosiddetta legge ladina abbiamo colto la possibilità di eliminare dopo anni alcune disparità che sono contenute nello statuto di autonomia nei confronti del gruppo linguistico ladino. Per le modifiche allo statuto speciale è prevista una doppia lettura in ciascuno dei due rami del Parlamento e dunque il percorso sarà ancora lungo. Tuttavia l’attenzione che la Camera ha riservato alla questione della minoranza linguistica, intesa non soltanto come problema territoriale, legittima nel dire che possiamo accogliere l’approvazione di oggi come un passo fondamentale e un successo importante“, ha dichiarato Daniel Alfreider.

Il contenuto della legge ladina

“Entrando nel merito della proposta di legge costituzionale, sono previsti prevalentemente delle disposizioni di modifica dello Statuto speciale, al fine di garantire anche al gruppo linguistico ladino la parità di rappresentanza, già accordata ai gruppi linguistici italiano e tedesco. In quest’ottica la legge ladina prevede la rappresentanza ladina negli enti pubblici di rilievo provinciale. Si stabilisce inoltre la possibilità per un rappresentante ladino di ricoprire eventualmente la carica di vicepresidente della giunta provinciale, ad oggi preclusa,  e di aumentare il peso decisionale della minoranza ladina in fase di approvazione di bilancio, quando ciò avviene per gruppi linguistici. Il punto più importante è però , a mio giudizio -ha osservato Alfreider- la previsione della possibile rappresentanza ladina nelle commissioni paritetiche dei sei e dei dodici, che assumono il compito di elaborare le norme di attuazione dello statuto di autonomia“

Per la prima volta il Parlamento affronta la questione ladina

“La proposta di legge è stata approvata con una notevole maggioranza. Non sono tuttavia mancati le dichiarazioni contrarie di alcuni schieramenti politici. „Era prevedibile che alcuni partiti avrebbero espresso chiusure motivate esclusivamente da ragioni di schieramento politico e non di merito. Mi meraviglia solo che alcuni deputati altoatesini abbiano sfruttato la situazione per tentare di creare uno scontro tra i diversi gruppi linguistici presenti in Alto Adige. Al riguardo ricordo solo che i consigli provinciali di Bolzano e di Trento, nonché il consiglio regionale, hanno espresso a grande maggioranza i loro pareri positivi, superando contrapposizioni d parte, esprimendo il loro sostegno a questa proposta di legge, ritenendola evidentemente un’iniziativa  giusta e motivata. Non comprendo quindi chi, oggi in aula alla Camera, ha provato strumentalmente a sfruttare il confronto sulle ragioni sostanziali della legge  nel tentativo, respinto dalla grande maggioranza dell’Aula, di  incrementare le divisioni tra gruppi linguistici  contro la popolazione altoatesina e il nostro sistema di autonomia“, ha aggiunto Alfreider.

Colgo l occasione per ringraziare tutti i colleghi consiglieri provinciali e regionali che ci hanno sostenuto nella questione ladina, l’obmann Philipp achammmer, il presidente Arno Kompatscher l assessore Florian Mussner, Karl Zeller Sigfried Brugger, Christoph Perathoner, e tutti i rappresentanti della SVP Ladina. GIULAN

“Oggi il voto della Camera è un primo importante  passo, in attesa che la proposta di legge possa concludere il suo iter in entrambi i rami del Parlamento.Per la prima volta il Parlamento si occupa della questione ladina. Un momento importante che ci porta a continuare e affrontare subito anche il tema dei ladini che stanno al di fuori dei confini delle provincie autonome di Trento e Bolzano.  Auspichiamo fortemente  -ha concluso Alfreider- che l’attuale legislatura abbia una durata sufficiente per approvare in doppia lettura questo testo. Colgo l’occasione per ringraziare tutti i colleghi consiglieri provinciali e regionali che ci hanno sostenuto nella questione ladina, l’obmann Philipp achammmer, il presidente Arno Kompatscher l assessore Florian Mussner, Karl Zeller Sigfried Brugger, Christoph Perathoner, e tutti i rappresentanti della SVP Ladina.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *