Sport Ultime Notizie

Un fantastico Südtirol Bolzano batte Modena e chiude al settimo posto l’andata: in Coppa Italia ci sono le tricolori di Conegliano

26 Dicembre 2016

author:

Un fantastico Südtirol Bolzano batte Modena e chiude al settimo posto l’andata: in Coppa Italia ci sono le tricolori di Conegliano

Semplicemente fantastico. Il Südtirol Bolzano chiude il proprio girone come meglio non si poteva, con una splendida vittoria in quattro set al PalaResia contro la Liu Jo Nordmeccanica Modena conquistando in un sol colpo tantissime cose positive. La quarta vittoria consecutiva in casa, la settima posizione finale alla fine del girone d’andata e la prima – storica – qualificazione alla Coppa Italia dove affronterà nei quarti le campionesse d’Italia dell’Imoco Conegliano delle altoatesine Folie e Fiori.

SÜDTIROL BOLZANO – LIU JO NORDMECCANICA MODENA 3-1
(25-23, 20-25, 25-17, 25-23)
SÜDTIROL BOLZANO: Bartsch 19, Zambelli 6, Popovic-Gamma 20, Papa 6, Bauer 12, Pincerato 2; Bruno (L). N.e. Bertone, Mitterhofer, Micheletti, Spinello, Callegaro (L), Vrankovic. All. Salvagni.
LIU JO NORDMECCANICA MODENA: Marcon 9, Heyrman 12, Ferretti 2, Bosetti 14, Belien 8, Brakocevic 19; Leonardi (L), Valeriano, Petrucci, Bianchini. N.e. Ozsoy, Garzaro. All. Gaspari.
ARBITRI: Zanussi e Del Vecchio
NOTE- Spettatori: 1.200. Durata set: 29′, 27′, 23′, 29; tot: 108′. Südtirol Bolzano: battute sbagliate 5, vincenti 3, muri 18, 2a linea 4, errori 22. Liu Jo Nordmeccanica Modena: battute sbagliate 12, vincenti 2, muri 11, 2a linea 4, errori 33.

LA PARTITA
Un match nel quale le arancioblù hanno legittimato i tre punti pieni con una prestazione di altissimo livello. A partire dall’intera fase break, bravissime sono state le arancioblù a mettere addosso alle emiliane una grandissima pressione a partire con un servizio molto preciso e ficcante (3 ace a fronte di soli 5 errori contro i 2 ace e ben 12 errori delle ospiti), che ha reso difficile il cambiopalla della Liu Jo Nordmeccanica. Ma così come da qualche gara a questa parte una grande importanza per questo risultato l’ha avuto il muro: 18 block in quattro set (contro gli 11 di Modena, dei quali 5 solo nell’ultimo set) ed una infinità di palloni toccati o difesi, che hanno permesso di ricostruire e rigiocare in modo molto intelligente tanti palloni. Tanto che, così, secondo set a parte alla fine le altoatesine hanno sempre tenuto in mano il pallino del gioco, anche in quei set vinti con un colpo di reni nel finale. Superando stanchezza e difficoltà le arancioblù si sono portate a casa la vittoria del sorpasso ai danni di Modena, un 3-1 che permette loro di volare al settimo posto della graduatoria e di vedersela così il 5 gennaio 2017 contro Conegliano in Coppa Italia per una sfida molto “made in Alto Adige” vista la presenza in campo nelle fila delle venete di Raphaela Folie e Silvia Fiori. Contro Modena prestazione di livello assoluto per Sanja Popovic-Gamma, con la 32enne opposto croata autrice di 20 punti con il 38% in attacco, 4 muri ed un ace, spesso e volentieri alcuni palloni pesanti sono passati dal suo braccio pesante. Così come da quello di Michelle Bartsch, con la schiacciatrice americana che inizia a marce basse ma durante la gara cresce in modo esemplare: 19 punti per lei, 32% in attacco, 5 muri ed un ace. Nonostante sia stata bersagliata dalla battuta emiliana Bruno ha chiuso con altissime percentuali (65% di positività ed il 45% di perfette), permettendo così ad una lucida e precisa Pincerato di gestire molto bene le proprie attaccanti. A partire da una devastante Christina Bauer (12 punti con il 47% in attacco e 3 muri) per arrivare alle prestazioni tutta solidità e costanza di Zambelli e Papa, autrici di 6 punti a testa.

LA CRONACA DELL’INCONTRO
In avvio Modena deve fare a meno della schiacciatrice turca Oszoy, sostituita in campo da Marcon, in diagonale a Bosetti mentre sono confermate Ferretti-Brakocevic, Belien-Heyrman e Leonardi libero. Salvagni conferma appieno il sestetto delle ultime settimane con Pincerato in regia, Popovic-Gamma opposto, Bartsch e Papa schiacciatrici, Zambelli e Bauer centrali con Bruno libero.
Nel primo set, fra allunghi e contro-allunghi, fino al 12-12 regna l’equilibrio. Poi Popovic-Gamma fa ace e Bauer mura per il 16-14 a favore di un Südtirol Bolzano che, nonostante sbagli più delle emiliane, riesce a restare avanti fino al 19-16. Quando il turno in battuta di Marcon spinge avanti la Liu Jo Nordmeccanica (19-21) con un break di 0-5. Il Südtirol reagisce subito ed impatta (23-23) arrivando a giocarsi il set al colpo di reni, che premia le padrone di casa più lucide e ciniche nel trovare con Papa il mani-out che sigilla il parziale.
Nel secondo parziale Modena inizia con il piglio giusto e si porta subito sul 1-7. La reazione altoatesina però non tarda ad arrivare: si torna in parità già sul 7-7 quando Bartsch mura Marcon. L’equilibrio regna però per poco tempo, finché Brakocevic non scalda il braccio (11-15) riportando avanti le sue. In questo set il cambiopalla emiliano regge bene (13-18 e 14-21), le arancioblù devono così sempre inseguire fino alla fine.
Il Südtirol Bolzano torna a dettare legge già in avvio di terzo parziale, sul 5-1. Come nel set precedente però sul 7-7 i due sestetti sono ancora a battagliare palla su palla, ma a scavare un nuovo break a favore delle padrone di casa sono prima il muro di Popovic-Gamma (11-8) e poi due attacchi di fila della stessa opposto croata (15-11). Modena reagisce riportandosi sul 17-15 ma Bartsch ormai ha scaldato il braccio ed in attacco inizia a picchiare su livelli altissimi: suo il 19-15 che dà alle arancioblù la spinta (23-17) per dominare gli ultimi scambi ed imporsi senza patemi.
Si arriva così nel quarto venticinque, quello in cui sono ancora le padrone di casa a spingere subito (4-1 e 8-4): Pincerato fa ace ma Modena si aggrappa a Brakocevic per restare in scia (12-11) alle altoatesine. A questo punto però ci pensa Bartsch a togliere le castagne dal fuoco, realizzando fra muri ed attacchi i punti del 17-14: nel finale ci pensa ancora Popovic-Gamma con il muro del 20-17 e poi con l’attacco del 23-21. Modena annulla poi due palle match ma al terzo tentativo, con una ottima Bauer, il Südtirol Bolzano chiude e può festeggiare.

ESORDIO NEL GRUPPO DELLA SERIE A1 PER TRE GIOVANISSIME ALTOATESINE
Per la prima volta hanno potuto respirare l’aria e l’atmosfera della serie A1 tre giovanissime altoatesine come il libero Francesca Callegaro (Under 16 e Prima divisione del Neruda Volley) e le due schiacciatrici della serie B2 arancioblù Yvonne Mitterhofer e Johanna Micheletti.

IL COMMENTO DI COACH FRANCOIS SALVAGNI
“Dopo la sconfitta che abbiamo incassato a Firenze ci siamo dati degli step – commenta coach Francois Salvagni a fine gara – iniziando dal giocare bene e perdere i set di poco, poi è successo che abbiamo iniziato a vincere i set e dopo gli scontri diretti, qui in casa. Quindi siamo passati per il portar via punti da campi molto difficili come Scandicci e Bergamo, alla nostra fase di crescita mancava ancora solo una vittoria contro un top team e questa è arrivata oggi. Questo successo e la qualificazione da settimi in Coppa Italia è un premio per le ragazze e la società, tutti hanno stretto i denti avendo a disposizione per settimane solo due bande e due centrali fino al ritorno di Bertone poco tempo fa. Lavorando poi i risultati arrivano e questi si sono visti nella giornata di oggi, nella quale siamo stati bravissimi a livello tattico e tecnico. Perché Modena è una signora squadra, con grandi campionesse, ma se siamo riuscite a mettere tutte a turno in difficoltà qualcosa vorrà dire. Fa sorridere che nelle prime tre gare di campionato abbiamo messo a segno un muro ed in queste ultime due gare invece ben 35… Eppure dicevano che non muravamo, così come dicevano che non avevamo grinta e forse ora si vede, dicevano che non battiamo bene ed oggi abbiamo tenuto due grandi ricettrici come Marcon e Leonardi al 24%”.

I QUARTI DI FINALE DELLA COPPA ITALIA
Ora il Südtirol Bolzano tornerà in campo alle 20.30 di giovedì 5 gennaio 2017, ancora al PalaResia, per la gara di andata dei quarti di finale della Coppa Italia. In via Resia arriveranno le tricolori dell’Imoco Volley Conegliano, mentre il match di ritorno si disputerà alle ore 17 di domenica 8 gennaio 2017. Nel caso in cui le altoatesine eliminassero Conegliano volando così in final four allora l’avversario in semifinale sarà la vincente di Igor Novara contro Busto Arsizio. Il girone di ritorno della Samsung Gear Volley Cup si aprirà, invece, domenica 15 gennaio 2017 con il match interno delle arancioblù di Salvagni contro Novara.

Il quadro degli accoppiamenti dei quarti di finale della Coppa Italia:
(1) Pomì Casalmaggiore – (8) Liu Jo Nordmeccanica Modena
(4) Foppapedretti Bergamo – (5) Savino Del Bene Scandicci
(2) Imoco Volley Conegliano – (7) Südtirol Bolzano
(3) Igor Gorgonzola Novara – (6) Unet Yamamay Busto Arsizio

I RISULTATI DELL’UNDICESIMA GIORNATA DI CAMPIONATO
Il Bisonte Firenze – Savino Del Bene Scandicci 1-3
Südtirol Bolzano – Liu Jo Nordmeccanica Modena 3-1
Imoco Conegliano – Foppapedretti Bergamo 3-1
Pomì Casalmaggiore – Metalleghe Montichiari 3-2
Igor Gorgonzola Novara – Unet Yamamay Busto Arsizio 3-1
Saugella Team Monza – Club Italia Crai 3-1

LA CLASSIFICA DELLA SAMSUNG GEAR VOLLEY CUP
Pomì Casalmaggiore 27 punti;
Imoco Volley Conegliano 25;
Igor Gorgonzola Novara 23;
Foppapedretti Bergamo 22;
Savino Del Bene Scandicci 20;
Unet Yamamay Busto Arsizio 19;
Südtirol Bolzano 15;
Liu Jo Normeccanica Modena 14;
Il Bisonte Firenze 11;
Saugella Team Monza 9;
Metalleghe Montichiari 7;
Club Italia Crai 6.

In foto: momenti di questo match contro Modena/© Riccardo Giuliani per Get Sport Media

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *