Cultura & Società Ultime Notizie

Sezione ICT in assemblea. Proposte per un Alto Adige sempre più digitale

6 Dicembre 2016

author:

Sezione ICT in assemblea. Proposte per un Alto Adige sempre più digitale

Know-how avanzato, ricerca di soluzioni flessibili e personalizzate, posti di lavoro altamente qualificati. Le imprese della Sezione ICT di Assoimprenditori Alto Adige – 72 aziende con 1.900 collaboratori complessivi – si sono recentemente ritrovati presso la Durst Spa di Bressanone per l’annuale Assemblea generale.

Un approfondito confronto tra gli imprenditori del settore ha portato all’elaborazione di un documento con proposte concrete nel campo dell’informatica. “Digitalizzazione, automazione e interconnessione sempre più spinta rendono indispensabile una forte partnership tra settore privato e settore pubblico”, sottolinea il Presidente della Sezione ICT, Paul Schäfer.

Le imprese ICT sono pronte a mettere a disposizione della PA le proprie competenze. “Vediamo Alto Adige Informatica come centrale di coordinamento e le aziende locali come prestatori di servizi di elevata qualità. La pubblica amministrazione fissi i propri obiettivi e definisca i propri bisogni lasciando poi però alle imprese la libertà di individuare le soluzioni più adatte: questo vale sia per i progetti di maggiori dimensioni che per la fornitura e la gestione dei software”, riassume Schäfer.

L’altro elemento centrale è rappresentato dall’infrastruttura. Una connessione internet veloce è un elemento irrinunciabile di una location economica competitiva. “Anche l’Alto Adige deve dotarsi di una rete efficiente e che copra tutto il territorio. Anche in questo campo la collaborazione pubblico-privata sarà fondamentale con le imprese che potranno dare un importante contributo, ad esempio come concessionari”, spiega il Presidente della Sezione ICT.

L’Assemblea ha fornito l’occasione di visitare lo stabilimento della Durst Spa. Insieme all’amministratore delegato Christoph Gamper e al responsabile della produzione, Rico Sauerborn, i 30 imprenditori presenti hanno potuto vedere da vicino quanto l’impresa, che occupa 550 collaboratori nel mondo e 250 presso lo stabilimento di Bressanone, sia attenta all’innovazione e alla ricerca.
In foto: la sezione ICT in visita alla Durst Spa di Bressanone

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *