Cultura & Società Ultime Notizie

Con gli ultimi tre appuntamenti a Merano Alps Move, il festival di teatro danza della Cooperativa Sudtirolese Teatro Danza, chiude l’edizione 2016

6 Dicembre 2016

author:

Con gli ultimi tre appuntamenti a Merano Alps Move, il festival di teatro danza della Cooperativa Sudtirolese Teatro Danza, chiude l’edizione 2016

Tre performance ed un omaggio al mondo del tango argentino.

Dopo due mesi dedicati interamente all’affascinante e poco conosciuto mondo del teatro-danza il festival Alps Move, organizzato dalla Cooperativa Sudtirolese Teatro Danza è pronto a chiudere in bellezza con tre spettacoli nella città di Merano.

Sarà quindi un fine settimana dedicato al movimento, alla danza, e alle forme del teatro di sperimentazione quello proposto al Teatro Puccini da Alps Move. Ad iniziare da venerdì 9 dicembre, alle ore 20.00, con le prime due performance: Gender Play e Dass ich eins und doppelt bin, che chiudono la riflessione sulle identità fluttuanti e la tematica del gender che è stata il filo conduttore della rassegna.

Ad aprire la serata è Gender Play, ideato e coreografato da Martina Marini, anima della compagnia Tanzschmiede/Fucinadanza, una compagnia professionale di ballerini e attori provenienti da diversi contesti artistici, formatasi nel 2007 per lavorare nell’ambito del teatro-danza e ricercare nuove forme di espressione.

La coreografia ideata dalla Marini gioca con gli stereotipi del comportamento maschile e femminile, in maniera ironica e leggera. Il danzatore e la danzatrice si servono dei luoghi comuni del femminile e del maschile, si scambiano i costumi e i ruoli, analizzano vari cliché, sperimentano una fisicità diversa della propria ed esprimono la fatica che si prova a dover rappresentare ciò che non si é.

Sul palcoscenico nuovamente Riccardo Meneghini, che nelle strade di Lana aveva aperto il festival all’inizio di ottobre, in compagnia questa volta della danzatrice Anastasia Kostner.

La serata proseguirà con Dass ich eins und doppelt bin, un pezzo scritto e prodotto da Idea – tanztheaterperformance, la compagnia di Doris Plankl e Remo Rostagno, che da più di vent’anni produce progetti nel campo della danza, del teatro e della performance.

Sul palcoscenico salirà appunto Doris Plankl, coordinatrice dell’intero festival Alps Move, per una performance teatrale che ha al centro l’idea dell’inseparabilità dell’elemento femminile da quello maschile e viceversa, concetto che trova riscontro nella maggior parte delle culture e dei miti dell’antichità. È la figura dell’androgino ad incarnare questa indivisibilità, allegoria dell’originaria unione tra il cielo e la terra, ed espressione della struttura dualistica di tutto ciò che ci circonda. In questo pezzo teatrale si va a rievocare un sogno sopito nella coscienza dell’umanità, da sempre correlato all’esistenza e all’identità sessuale degli individui.

I due spettacoli verranno replicati sempre al Teatro Puccini e sempre alle ore 20.00 anche sabato 10 dicembre.

A chiudere l’edizione 2016 del festival di teatro danza sarà lo spettacolo imprevedibile e sincretico dei “Cortinas Orquesta Atipica” guidati da Franz Weger, domenica 11 dicembre, sempre al Puccini, di nuovo alle ore e 20.00. Lo spettacolo Fratelli Cortinas nasce dalla passione per la musica e la danza di Franz Weger e della sua compagnia/band Cortinas; un progetto interdisciplinare in cui ogni brano eseguito diventa pretesto per raccontare una storia attraverso il teatro e la danza.

Sul palco Elizabeth Orion, Fernando Nuresi e Franz Weger per la regia di Helga Walcher, con coreografia di Franz Weger e Mariatullia Pedrotti.

Dopo lo spettacolo, per concludere in bellezza questo festival dedicato alla danza e al movimento, si terrà una lunga milonga per tutti gli appassionati di tango argentino, che si protrarrà fino a mezzanotte.

Per informazioni e ticket scrivere a tickets@alpsmove.it

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *