Cultura & Società Ultime Notizie

Difesa legale delle aziende, accordo tra CNA Trentino Alto Adige e DAS

6 Dicembre 2016

author:

Difesa legale delle aziende, accordo tra CNA Trentino Alto Adige e DAS

Arriva la polizza su misura per le PMI: copertura penale e vertenze con i fornitori.

CNA del Trentino Alto Adige ha sottoscritto una convenzione con DAS per la difesa Legale degli associati. Pino Salvadori, direttore di CNA regionale, e la funzionaria Antonella Bellante hanno siglato l’accordo con Alberto Bambi, responsabile del canale agenti small brokers di DAS, Hubert Demattia, subagente DAS in Alto Adige, e Giuseppe Bellomo, responsabile DAS per il Trentino Alto Adige.

“Gestire un’attività artigianale è un lavoro molto complesso e anche al professionista più attento ed esperto può accadere di incorrere in un errore o di violare una norma di legge”, spiega il direttore Pino Salvadori.

DAS assicura la miglior difesa in sede penale, civile e amministrativa a tutti i soggetti che collaborano all’interno dell’impresa artigiana assicurata, garantendo il rimborso delle relative spese ad esempio in caso di procedimenti penali per delitto colposo o contravvenzione; procedimenti penali per delitto doloso; controversie relative a danni extracontrattuali subiti; controversie relative a richieste di risarcimento danni extracontrattuali avanzate da terzi; opposizione avanti le Autorità competenti avverso sanzioni amministrative di natura pecuniaria e/o non pecuniaria (compreso T.U. Sicurezza, Codice Privacy, sicurezza alimentare, codice dell’ambiente, D. Lgs. 231/01).

Per chiarire l’importanza della copertura assicurativa in questo campo, CNA-SHV e DAS propongono alcuni esempi concreti.

Copertura penale – I pensili della cucina, da poco montati dall’artigiano, crollano e feriscono un familiare del cliente. L’artigiano è ritenuto responsabile e viene coinvolto in un procedimento penale per lesioni colpose. La polizza si attiva in difesa dell’azienda artigiana per difenderlo in giudizio.

Copertura penale e sanzioni amministrative – Un dipendente dell’azienda artigiana viene ferito da una trave durante la fase di lavorazione. In conseguenza dell’infortunio, il titolare è sottoposto a procedimento per inosservanza del Testo unico sulla salute e sicurezza dei luoghi di lavoro (D.Lgs 81/08). La polizza si attiva per difendere il titolare in giudizio dalla responsabilità sia penale, sia amministrativa (al titolare viene infatti applicata anche una pesante sanzione pecuniaria).

Vertenza contrattuale con un fornitore – Il proprietario dell’immobile in cui viene svolta l’attività artigiana richiede improvvisamente un aumento del canone di locazione ingiustificato per proseguire il contratto. La polizza DAS si attiva per sostenere l’azienda artigiana nel far valere le proprie ragioni.

Massimale previsto di euro 21.000,00 per sinistro illimitato per anno.

In foto: da sinistra Alberto Bambi, Hubert Demattia e Giuseppe Bellomo di DAS, Pino Salvadori e Antonella Bellante di CNA-SHV

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *