Politica Ultime Notizie

Bolzano. Legge di stabilità approvata grazie al salvataggio della minoranza

16 Dicembre 2016

author:

Bolzano. Legge di stabilità approvata grazie al salvataggio della minoranza

“Terremo conto della collaborazione della minoranza” ha promesso il presidente Arno Kompatscher.

Dopo il pasticcio successo ieri, oggi 16 dicembre viene salvato il Bilancio provinciale dal Gruppo Verde, Bürgerunion e Movimento 5 Stelle che al momento della votazione hanno lasciato l’aula per consentire la maggioranza qualificata della votazione in aula. Il Ddl collegato alla legge di stabilità, modificato dopo il naufragio di ieri, è stato così approvato con 18 sì e 15 no. Cos’era successo ieri? La maggioranza, dopo aver vinto tutte le votazioni in ordine alle disposizioni collegate alla legge di stabilità 2017, all’ultima è andata sotto con 16 voti favorevoli e 16 contrari. Sembra che due consiglieri SVP, Dieter Steger e Arnold Schuler abbiano sbagliato a votare oppure, se non si è trattato di un errore umano, c’è stata disfunzione tecnica. Il dato di fatto è che il sistema elettronico non ha riconosciuto il voto del capogruppo Dieter Steger e quello dell’assessore all’agricoltura Arnold Schuler. Quindi la legge è stata bocciata.

Dopo un’affannosa ricerca sul come rimediare all’inghippo, la giunta ieri sera ha riapprovato la norma bocciata dall’aula e stamane dopo il passaggio in commissione è tornata in aula per l’approvazione. L’incognita era rappresentata dal fatto che per ripescare la norma era necessaria la maggioranza qualificata, cioè che i due terzi dei consiglieri presenti dessero il via libera alla norma. In caso contrario la norma avrebbe dovuto ripetere tutto l’iter e non sarebbe potuta tornare in aula prima dell’anno prossimo.

Prima della votazione, i consiglieri del Gruppo Verde, Bürgerunion e Movimento 5 Stelle hanno lasciato l’aula.“È stato chiesto un atto di responsabilità da parte della minoranza per salvare il bilancio, noi non parteciperemo al voto, così da facilitare il raggiungimento del quorum, ma non ci sentiamo di dire sì a una procedura che è eccezionale e che rischia di diventare un precedente”, ha riferito il consigliere verde Riccardo Dello Sbarba. Conciliante anche il consigliere di Südtiroler Freiheit Sven Knoll: “Le interpretazioni sul voto di ieri possono essere diverse, ma siamo votati per concludere un bilancio”. Conciliante anche Walter Blaas, dei Freiheitlichen, che orgogliosamente ha rivendicato che “oggi si dimostra che l’opposizione nondice solo no, dimostra responsabilità e questo non sulla base di un mercanteggiamento”.

Il presidente della Provincia Arno Kompatscher sottolineando che l’errore è stato della maggioranza ha detto che “certamente non era intenzione dei consiglieri votare contro, e che ora le alternative erano seguire l’iter formale, quindi approvando il bilancio in ritardo, o chiedere il sostegno della minoranza per procedere subito. Della collaborazione costruttiva della minoranza terremo conto”, ha significativamente sottolineato Kompatscher.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *