Politica Ultime Notizie

Via libera alla proposta di aggiornamento del Piano di Sviluppo Strategico della Città di Bolzano

14 Novembre 2016

author:

Via libera alla proposta di aggiornamento del Piano di Sviluppo Strategico della Città di Bolzano

Stamane si è riunita la Giunta comunale di Bolzano. Queste le principali decisioni comunicate dal Sindaco Renzo Caramaschi in conferenza stampa.

La Giunta comunale stamane ha approvato i lavori di restauro delle statue lignee del “Leone di San Marco” e della “Lupa Capitolina” originariamente poste sulla sommità di due pennoni in cemento armato situati in piazza Vittoria e la realizzazione di copie delle stesse statue in grandezza naturale. A seguito della caduta di alcuni frammenti sulla piazza sottostante si è reso necessario procedere alla rimozione delle due statue e conseguente affidamento ad un restauratore specializzato per una valutazione dello stato di conservazione. “Il livello di degrado delle due statue opera dello scultore Ignaz Gabloner -ha detto il Sindaco- è tale da consentirne il restauro, ma non la successiva ricollocazione nella loro posizione originaria. Di qui la decisione della Giunta che ha approvato per una spesa complessiva di 30.475 Euro, il restauro del Leone e della Lupa per un successiva collocazione museale e la realizzazione di due copie da collocare sui pennoni che necessitano a loro volta di un intervento di consolidamento e restauro con relativa spesa già inserita nel bilancio 2017.
Commentando tale decisione il Sindaco ha sottolineato che: “Teniamo la storia per quello che è, ma poi guardiamo avanti. Credo non sia questo uno dei problemi deprimenti per lo sviluppo della Città. Sottolineo che la mia “italianità” non è rappresentata da questi simboli, ma abbiamo una sorta di obbligo giuridico e morale di preservare queste opere. Possono piacere o non piacere, ma non credo, ripeto, che lo sviluppo della città possa dipendere dal destino di queste statue. Sono invece molto affascinato dall’intervento che sarà realizzato in piazza del Tribunale sul bassorilievo di Piffrader del “Mussolini a cavallo”. Un progetto di grande raffinatezza. La scritta di Hannah Arendt Nessuno ha il diritto di obbedire darà un senso alla storia di questa terra. Teniamo i simboli di un’epoca e ragioniamoci sopra, con la democrazia a sovrapporsi alla dittatura”.

Stamane la Giunta ha approvato il DUP 2017- 2019 ovvero il Documento Unico di Programmazione propedeutico al bilancio che passerà ora all’esame del Consiglio comunale. E’ il documento di pianificazione che sostituisce la relazione al bilancio di previsione; una sorta di guida dell’ente che si di divide in due sezioni: quella strategica e quella operativa.
“La prima, quella strategica -ha spiegato il Sindaco in conferenza stampa con il direttore generale Andrea Zeppa- sviluppa ed aggiorna con cadenza annuale le linee programmatiche di mandato del Sindaco ed individua gli indirizzi strategici dell’ente. La seconda, quella operativa, riprende le decisioni strategiche per declinarle in un’ottica programmatoria operativa, identificando gli obiettivi associati alle missioni e ai programmi del bilancio di previsione.

Stamane la Giunta ha anche approvato la ricostituzione del Nucleo di Valutazione con il compito di verificare, anche mediante valutazioni comparative dei costi e dei rendimenti, i risultati dell’azione amministrativa con riferimento al grado di raggiungimento degli obiettivi concordati con gli organi di governo, alla correttezza, alla economicità della gestione delle risorse economiche, tecniche ed umane affidate ai singoli dirigenti, all’osservanza dei principi di imparzialità ed al buon andamento dell’attività amministrative. Il Nucleo di Valutazione con scadenza 31 maggio 2020 sarà composto dal direttore generale del Comune Andrea Zeppa, dal segretario generale del Comune di Merano Guenther Bernhart e dalla docente della Libera Università di Bolzano Stefania Baroncelli.

Il Sindaco ha annunciato che la Giunta ha dato il via libera alla proposta di aggiornamento del Piano di Sviluppo Strategico della Città di Bolzano. L’obiettivo, così come in occasione del primo Piano approvato nel 2006 è quello di individuare il posizionamento strategico della Città in un processo di confronto/comunicazione con le parti sociali, i vari portatori d’interesse e la popolazione.  Il PSS andrà integrato con gli altri strumenti e documenti programmatori già introdotti (linee programmatiche della Giunta, DUP, ecc.) evitando così inutili sovrapposizioni. Il Sindaco ha chiarito che il nuovo Piano di Sviluppo Strategico si dovrà basare sugli indirizzi strategici e non essere declinato anche in quelli operativi proprio per evitare le già citate sovrapposizioni. “Con le modalità della volta scorsa, ma con tempi molto più contenuti procederemo ad un aggiornamento degli obiettivi strategici – ha chiarito il Sindaco- a cui saranno affiancati quelli indicati dall’attività di programmazione della Giunta municipale. Un lavoro per così dire “trasversale” e multidisciplinare aperto alla cittadinanza con il coinvolgimento delle associazioni, degli enti, dei portatori d’ interesse: territorio, ambiente, mobilità, urbanistica, sociale, cultura, turismo, giovani, lavoro. I gruppi di lavoro dovranno analizzare i problemi e proporre idee e soluzioni all’amministrazione comunale. Già fissato un cronoprogramma che porterà entro la prossima estate alla presentazione del nuovo Piano di Sviluppo Strategico per l’approvazione di Giunta e Consiglio comunale.

Stamane il Sindaco ha relazionato in Giunta su un possibile sistema di collegamento del capoluogo con l’Oltradige attraverso un sofisticato sistema di cabine funiviare dotate di motore autonomo con una portata oraria di passeggeri superiore anche al tram. Si tratta del progetto proposto dalla società Sky Bus Network con costi stimati tra i 120 ed i 170 milioni di Euro.

Tra le varie delibere, approvati contributi all’associazione “Lebenshilfe Onlus” per l’organizzazione della rassegna teatrale “L’Arte della Diversità 2016-2017” (36.000 Euro); all’associazione “Freies Theater Bozen” per lo spettacolo “Faust” (3.700 Euro); al Centro di Cultura dell’Alto Adige per il progetto “Pubblicazione atti del convegno del 27 novembre 2015” (800 Euro); all’associazione “Panalbanese Arberia” per la mostra “Quando approdarono gli Albanesi” nel foyer del Municipio (2.000 Euro); alla Federazione Cori dell’Alto Adige per la stampa e la diffusione delal rivista “I cori n. 23” (1.500 Euro).  Approvata convenzione con la Gustav Mahler Jugend Orchestra per la proroga al 2020 del rapporto come “Città di Residenza” (426.000 Euro). Infine approvati interventi di manutenzione delle opere paramassi per le zone Maso della Pieve, Castel Flavon, Piè di Virgolo, Colle e Castel Firmiano (spesa 83.000 Euro).

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *