Cultura & Società Ultime Notizie

Jazzfestival 2017, fari puntati sul Benelux

11 Novembre 2016

author:

Jazzfestival 2017, fari puntati sul Benelux

Sembra ancora di sentirle nell’aria, come fosse ieri, le note dell’ultimo Südtirol Jazzfestival Alto Adige… Invece sono passati un bel po’ di mesi e per gli organizzatori è già ora di pensare alla prossima edizione. Anzi, più che pensare, è tempo di fare. Il presidente del Festival Klaus Widmann e il suo rodatissimo team di collaboratori sono infatti in piena attività e hanno già messo nero su bianco due punti fondamentali: il periodo di svolgimento e la nazione protagonista della prossima edizione. Anzi, le tre nazioni: perché nel 2017 in Alto Adige sbarcheranno gli artisti del Benelux.

Dal 30 giugno dieci giorni di grande musica internazionale

Le buone abitudini si rispettano e quindi anche nel 2017 il via alla kermesse musicale che coinvolge l’intero Alto Adige sarà dato l’ultimo venerdì di giugno, per poi proseguire con altri nove giorni di grande jazz. Occhio quindi alle date del prossimo Südtirol Jazzfestival Alto Adige: da venerdì 30 giugno a domenica 9 luglio 2017.

Le nazioni protagoniste: Belgio, Olanda e Lussemburgo

Per la XXXV edizione del Jazzfestival Klaus Widmann e il suo staff organizzativo hanno scelto un territorio decisamente particolare: dopo Francia (2014), Gran Bretagna (2015) e Austria/Italia (2016), è infatti la volta del Benelux. Questo acronimo identifica l’unione doganale instaurata nel lontano 1944 da Belgio, Olanda e Lussemburgo. Oggi l’aspetto commerciale di quella collaborazione è ormai desueto, rimane invece l’azione politica congiunta dei tre Stati europei. I quali, tra l’altro, hanno molto da offrire anche dal punto di vista culturale e musicale. “La scena jazzistica del Benelux – assicura Klaus Widmann – può vantare diversi musicisti e progetti molto interessanti e innovativi. Abbiamo avviato un’accurata ricerca in tal senso e disponiamo già di alcuni contatti importanti”.

Un ospite molto speciale

Tra i nomi di spicco che hanno già garantito la loro presenza al Jazzfestival 2017 c’è l’olandese Reinier Baas. Il chitarrista e compositore di Amsterdam arriverà in Alto Adige come “artist in residence” e si esibirà all’interno di diverse formazioni in svariati progetti musicali. Tra questi segnaliamo il concerto d’apertura, un progetto inedito di cui Baas sarà il direttore musicale. “Reinier Baas è costantemente in tournèe mondiale, dal Giappone all’Australia, dalla Nuova Zelanda all’Europa. Per noi è quindi una grande soddisfazione, essere riusciti ad averlo per l’edizione 2017 del nostro Festival”, afferma Klaus Widmann.

Come da tradizione, anche nel 2017 le note del Südtirol Jazzfestival Alto Adige risuoneranno in ogni angolo della provincia. E come al solito le location non saranno (quasi) mai le classiche sale da concerto bensì decine di posti speciali in mezzo alla natura. “Nel Dna del nostro Festival – conclude Widmann – c’è la voglia di far vivere nuove esperienze legate all’Alto Adige, abbinando l’ottima musica jazz alle peculiarità paesaggistiche, artistiche e culinarie del nostro territorio”.

In foto: Waltherplatz Frigloob/© G. Pichler 

 

 

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *