Cultura e società Ultime Notizie

Bolzano. Weigh Station porta all’Università il dibattito la formazione sulla cultura

3 Novembre 2016

author:

Bolzano. Weigh Station porta all’Università il dibattito la formazione sulla cultura

“Nuovi modelli di imprenditoria culturale e opportunità di finanziamento”. 

Il 10 novembre alle ore 18.30 la tavola rotonda aperta al pubblico con Damiano Aliprandi, Federico Bomba, Filippo Cantoni e Marco Trevisan per parlare di innovazione culturale ad alto livello anche nel territorio altoatesino.

 WS explora è l’orbita formativa di Weigh Station: un laboratorio in progress pensato per creare occasioni di approfondimento rispetto alle tematiche più attuali dell’innovazione culturale. Tramite WS explora, progettato per l’anno 2016 in collaborazione con Fondazione Fitzcarraldo, Weigh Station intende offrire momenti di formazione e networking di qualità a tutti i creativi e agli operatori culturali del territorio altoatesino, ai “wallers” – gli iscritti alla community dei creativi e dei professionisti della cultura di Weigh Station – e agli enti che si occupano di cultura e promozione dell’arte e della creatività a Bolzano e in tutto il territorio del Trentino Alto Adige.

Dopo il successo del primo appuntamento di ottobre a Museion il prossimo incontro dal titolo WS explora 2: “NUOVI MODELLI DI IMPRENDITORIA CULTURALE E OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO” sarà il 10 e 11 novembre all’Università di Bolzano. Cosa distingue un’impresa creativa e culturale da tutte le altre? Come ripensare i modelli organizzativi per costruire nuove forme di sostenibilità? Come far fronte a un contesto politico, economico e sociale in trasformazione, trovando il giusto equilibrio tra visione artistica e capacità di stare sul mercato? Sono le domande che si trovano ad affrontare oggi professionisti, creativi e operatori culturali. Non esistono risposte univoche ma molte esperienze si stanno facendo strada con nuovi paradigmi per innovare se stessi e la produzione di cultura. Innovazione, creatività e impresa sono temi a cui pongono sempre più l’attenzione anche i policy maker, nel tentativo di disegnare nuovi programmi di finanziamento, dai fondi europei per le ICC alle agevolazioni per start up a nuove modalità di accesso al credito.

Il tema verrà sviluppato in una tavola rotonda pubblica e in un workshop condotto da Damiano Aliprandi della Fondazione Fitzcarraldo. Ricercatore senior e coordinatore dell’Area Ricerca e Consulenza di Fondazione Fitzcarraldo, si occupa principalmente di tematiche connesse al rapporto tra territorio, cultura e innovazione. All’attività di ricerca combina, da sempre, quella di operatore culturale. Presidente di Associazione YLDA è coordinatore di diversi progetti di valorizzazione del territorio attraverso l’arte e la creatività, sia in ambito rurale sia urbano. E’ responsabile dell’evento “Paratissima”, la vetrina dell’arte e della creatività giovanile di Torino, e uno dei promotori di “Caplavur”, piattaforma di servizi che incentiva l’incontro tra giovani designer, artigiani e aziende e del progetto “Lombroso16” polo culturale sull’arte e sul design di Torino.

Nella tavola rotonda di Giovedì 10 alle 18,30 in aula F6 – aperta al pubblico e ad ingresso gratuito-  si parla di “nuove forme di imprenditoria culturale: quali vie possibili?” e attraverso il confronto con diverse esperienze provenienti da tutta Italia, sarà occasione per interrogarsi su nuovi modelli di imprenditoria in ambito culturale e creativo. Importanti gli ospiti che porteranno la loro personale esperienza a livello nazionale moderati da Aliprandi: Federico Bomba, regista teatrale e direttore strategico di Sineglossa Creative Ground, si occupa di immaginare interventi artistici per pubbliche amministrazioni e imprese, convinto che la cultura sia il più efficace strumento di innovazione a disposizione degli esseri umani; Filippo Cantoni di Toscolano 1381 e valle delle Cartiere (“Toscolano 1381: una carta, una storia, un futuro” è un progetto che vuole tutelare e promuovere la storia e le attività custodite nella vecchia cartiera di Maìna Inferiore, una ex fabbrica incastonata nel cuore della Valle delle Cartiere, fra piante di ulivo e limonaie, a Toscolano Maderno, Comune rivierasco legato da sempre alla storia della carta) e Marco Trevisan di Euganea Film Festival, manifestazione che si svolge durante l’estate e che si pone l’obiettivo di valorizzare le risorse del territorio dei Colli Euganei attraverso il cinema, il teatro e la musica. Durante Euganea Film Festival castelli, ville, corti e parchi diventano le suggestive location di uno degli eventi culturali più importanti dell’estate euganea. A seguire, alle 20.30 un momento di networking con l’aperitivo e il djset di Jannis Schäferer.

 Il giorno seguente, venerdì 11, dalle 9.30 alle 16 il workshop pensato per gli interessati e gli addetti ai lavori: Ripensare la sostenibilità di un’impresa culturale.  Un workshop concepito per riflettere sulle nuove forme di sostenibilità per le imprese culturali e creative, a partire dalla costruzione di un funding mix e dall’analisi delle nuove opportunità alternative di finanziamento presenti oggi in Italia. Per iscrizioni e costi: hello@weighstation.eu e www.weighstation.eu. Le iscrizioni sono ancora aperte!

Fitzcarraldo è una fondazione operativa e indipendente che da oltre venti anni lavora al servizio di chi crea, pratica, partecipa, produce, promuove e sostiene le arti e la cultura. È composta da un team di qualificati professionisti che lavorano con passione attraverso una fitta rete di collaborazioni in tutto il mondo e che svolgono attività di progettazione, ricerca, consulenza, formazione e documentazione sul management, l’economia e le politiche della cultura, delle arti e dei media.

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *