Salute

Bolzano. Sanità, calano i posti letto, nel capoluogo 74 in meno

30 Novembre 2016

author:

Bolzano. Sanità, calano i posti letto, nel capoluogo 74 in meno

Piano sanitario 2016-2020, forte riduzione di posti letto nel capoluogo, meno penalizzata la periferia.

Approvato ieri in Giunta provinciale il Piano sanitario 2016-2020 per quanto concerne i posti letto. Dai numeri risulta che i tre Comprensori periferici – Merano, Bressanone, Brunico – saranno destinatari di un trattamento meno severo in materia dei tagli alla spesa rispetto al capoluogo altoatesino.Dei complessivi 2.044 posti letto all’interno dei quali è stata prevista una suddivisione “in funzione del fabbisogno e del principio dell’appropriatezza” saranno soppressi complessivamente nei prossimi 4 anni 106 posti letto in totale, passando dagli attuali 1.674 a 1.568. Bolzano perderà 74 posti letto per malati acuti riducendo gli attuali 748 ai 674 previsti per il 2020. La terapia intensiva e sub-intensiva subirà la riduzione di 10 posti rispetto ai 24 previsti in una precedente versione del piano. Merano perderà tra la sede cittadina e quella di Silandro 24 posti letto. In Val Pusteria, nel Comprensorio sanitario di Brunico comprendente i 2 ospedali di Brunico e San Candido, saranno 43 i posti che verranno meno, mentre nel Comprensorio di Bressanone che comprende gli ospedali di Bressanone e Vipiteno, ci sarà addirittura un aumento di 2 posti letto passando dagli attuali 266 a 268.Sono evidenti i risparmi dell’amministrazione pubblica nonostante l’aumento dei costi in relazione all’invecchiamento della popolazione e al conseguente aumento delle malattie croniche. Grande la soddisfazione dell’assessora alla sanità Martha Stocker e del presidente Arno Kompatscher per essere riusciti a far quadrare i conti a fronte di un piano sanitario di alta qualità.

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *