Cultura & Società Ultime Notizie

A Bolzano il 42. Festival di Musica Contemporanea

10 Novembre 2016

author:

A Bolzano il 42. Festival di Musica Contemporanea

Il Festival di Musica Contemporanea è al rush finale con gli ultimi due concerti che si terranno l’11 e il 13 novembre. Venerdì 11 alle ore 20.30, nella chiesa di Gries, si esibirà l’ensemble Windkraft sotto la direzione di Kasper de Roo, nuovamente in collaborazione con i Virtuosi Italiani e con la speciale partecipazione del Coro Filarmonico Trentino diretto da Sandro Filippi, per un concerto sacro che vedrà l’esecuzione della Messa (Mass) di Stravinsky e due prime assolute dei brani di Alexander Kaiser e Luca Sticotti.

Igor Stravisnky scrisse la sua Messa nel 1942-43 a Los Angeles, dopo aver approfonditamente studiato delle messe mozartiane che raccontò di aver trovato in un negozio di dischi usati. Pensava infatti che un compositore della sua statura avesse il dovere di confrontarsi anche con il genere della messa. Mass è il risultato di questa urgenza di un compositore agnostico, che tuttavia si inchina davanti al cristianesimo e il suo lascito culturale. Alla messa viene accostato nel programma un altro brano dal repertorio neoclassico del compositore, ovvero l’Ottetto per fiati.

Ad esibirsi come solisti in Mass saranno il soprano Isabella Pisoni, il contralto Mariapia Bortolotti, il tenore Mauro Brusaferri e il baritono Lorenzo Muzzi.

Il giovane compositore di Brunico Alexander Kaiser ha chiamato il suo nuovissimo brano – commissionato dal Südtiroler Künstlerbund, Corda, mentre invece Millemila know è il titolo del brano di Luca Sticotti, commissionato dalla Ripartizione Cultura Italiana della Provincia. Luca Sticotti è un rappresentante di un linguaggio postmoderno, i cui punti di riferimento sono il minimalismo, la musica etnica e le suggestioni del pop e del rock. Alexander Kaiser, dal canto suo, ha attraversato diversi generi come il rock e il punk come percussionista, cantante e chitarrista, per poi approdare alla composizione: dal 2004 infatti studia musicologia all’università di Vienna e composizione con Beat Furrer e Georg Friedrich Haas.

In chiusura del festival troviamo il NED-Ensemble, che si esibirà domenica 13 novembre a Museion alle ore 18.00 h, sotto la direzione di Andrea Manucci e con alcuni solisti di Windkraft. Al centro della serata la rivoluzionaria e sensazionale opera di Schönberg Pierrot Lunaire op. 21, composta su 12 poesie surrealiste di Albert Giraud nella traduzione di Otto Erich Hartleben. Come solista per il canto parlato il festival è riuscito ad aggiudicarsi una delle massime specialiste del genere, il soprano Alda Caiello.

La Caiello ha studiato canto e pianoforte nei conservatori italiani ed è stata l’interprete preferita di Berio per i suoi Folk songs. Ha cantato con rinomati direttori come Frans Brüggen, Myung-Whun Chung e Valery Gergiev, ed è regolare ospite delle più importanti sale da concerto come la Scala a Milano, il Concertgebouw ad Amsterdam, la Wigmore Hall a Londra ed il Musikverein di Vienna.

Il programma sarà completato dai 6 brevi pezzi – testimonianze sulla Shoa, del compositore e direttore veronese Andrea Manucci.

Venerdì 11.10.2016 h 20.30

Chiesa di Muri Gries

WINDKRAFT – KAPPELLE FÜR NEUE MUSIK

Kasper de Roo – Direzione

CORO FILARMONICO TRENTINO

Sandro Filippi – Direttore del coro

Domenica 13.10.2016 18.00 h

Museion

NED ENSEMBLE + WINDKRAFT

Andrea Manucci – Direzione

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *