Cultura & Società Ultime Notizie

Bolzano. 18 mesi in viaggio fra musica e gioventù

21 Novembre 2016

author:

Bolzano. 18 mesi in viaggio fra musica e gioventù

Un interessante percorso che ha coinvolto moltissimi giovani musicisti europei e che viene ora documentato dalle fotografie in mostra presso la Galleria Civica a partire da sabato 26 novembre, fino a domenica 18 dicembre.

Il lungo viaggio dei giovani musicisti del progetto SPREAD giunge al termine dopo ben 18 mesi all’insegna della musica classica e della formazione professionale.

18 mesi in viaggio fra musica e gioventù è infatti il titolo della mostra fotografica che verrà inaugurata a Bolzano presso la Galleria Civica venerdì 25 novembre alle ore 18.00, e che conclude idealmente un lungo percorso iniziato nel 2015 con la vittoria del bando di “Europa Creativa” per il progetto ideato e coordinato dalla Fondazione Gustav Mahler in qualità di Project Leader. La mostra sarà inaugurata dal sindaco Renzo Caramaschi insieme all’assessore Sandro Repetto.

Il progetto dal titolo “SPREAD – Skills, Practice and Recruitment of European musicians for tomorrow” è un progetto di cooperazione europea che ha coinvolto oltre alla “Fondazione Gustav Mahler” anche la “Gustav Mahler Jugendorchester” di Vienna, la prestigiosa “Monteverdi Choir and Orchestras” di Londra, fondata da Sir John Eliot Gardiner – uno dei direttori d’orchestra più importanti a livello mondiale – ed il festival di musica da camera “Gezeitenkonzerte” di Aurich, in Germania.

Il cuore del progetto è stato la volontà di valorizzare i principi culturali ed i valori etici di Claudio Abbado, che con la nostra città ha avuto un rapporto duraturo e fruttuoso, attraverso le istituzioni già esistenti e da lui promosse, come appunto l’Accademia Gustav Mahler e la Gustav Mahler Jugendorchester.

Le diverse peculiarità e attività di ciascun partner hanno svolto un ruolo specifico nello svolgimento del progetto SPREAD, contribuendo così alla creazione di un network capace di fornire ai giovani musicisti le competenze indispensabili per la futura carriera professionale come orchestrali.

Il percorso, iniziato con le audizioni per entrare a far parte della Gustav Mahler Jugendorchester, è proseguito a Bolzano per gli studenti selezionati con una serie di masterclass tenute dagli strumentisti della “Mahler Chamber Orchestra” e della “Monteverdi Choir and Orchestras”. Lo scopo specifico di questi corsi è stato fornire ai giovani musicisti un know-how della prassi esecutiva di diversi repertori, dal barocco al contemporaneo, con una particolare attenzione al repertorio bachiano e all’opera di Schönberg. Questa attività formativa è essenziale per gli strumentisti che si affacciano sul mondo del lavoro, un universo sempre più competitivo dove è richiesto un altissimo profilo tecnico e sviluppate capacità interpretative.

Alcuni gruppi cameristici formatisi nell’Accademia dopo i concerti estivi a Bolzano sono stati invitati ad esibirsi nella rassegna di Aurich “Gezeitenkonzerte”, nella suggestivo paesaggio del mare del nord, in Frisia orientale. In questo modo all’attività formativa è stato possibile abbinare anche una più consistente attività concertistica, che è l’obiettivo professionale della maggior parte di questi giovani interpreti.

Ai migliori studenti dell’Accademia è stata anche data la possibilità di essere scelti a discrezione di Sir John Eliot Gardiner per prendere parte in qualche prestigiosa produzione come membri del programma di apprendistato della Monteverdi Choir and Orchestras.

La mostra fotografica che si terrà alla Galleria Civica di Bolzano dal 25 novembre al 18 dicembre vuole essere un documento di questo importante progetto, negli scatti fotografici di Emanuele Girotti, Gregor Khuen Belasi, Yuri Demetz, James Halliday, Karlheinz Krämer e Jan Lukas, oltre che immagini dall’archivio della G.M.JO. La mostra è anche un importante strumento per far conoscere alla città i risultati di questa importante iniziativa che rende il nostro capoluogo uno dei centri più importanti d’Europa per l’alta formazione musicale.

L’esposizione è aperta da martedì a domenica, dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 16.00 alle 19.00.

Foto/Emanuele Girotti

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *