Italia Ultime Notizie

Roma. Movimento 5 Stelle, votazione per il Regolamento, ira contro chi non ha votato

30 Ottobre 2016

author:

Roma. Movimento 5 Stelle, votazione per il Regolamento, ira contro chi non ha votato

“Chi non vota dovrebbe essere espulso”, oppure “si riduca il numero degli iscritti a 100mila

Non sono i vertici che protestano, questa volta è la base che si infuria perché la votazione non ha raggiunto il 75 per cento dei votanti sulle modifiche al Regolamento e al Non-statuto, regole che di fatto rafforzano il ruolo di Beppe Grillo e introducono un nuovo meccanismo sulle espulsioni. Durissimi i commenti contro gli astenuti. «Chi non vota, a mio vedere, dovrebbe essere espulso», tuona Massimiliano da Nuoro. Per Gianluca Nostro «ignorare è non prendere seriamente in considerazione qualcosa, e quel qualcosa è la protezione stessa del Movimento». «Soltanto il 64,4% degli iscritti ha votato per una scelta interna così importante. Eppure era così semplice farlo. Sono sempre stupefatto dalla pigrizia umana», sottolinea Gaetano Gargiulo.

Rimproveri chiarissimi, che però contrastano con l’evidenza dei numeri. Il 64 per cento degli iscritti che ha preso parte alla votazione che si è conclusa mercoledì è in realtà la votazione con il maggior numero di partecipanti nella storia del Movimento.

Ecco i numeri. Sono stati oltre 87mila i votanti, a fronte dei 40.995 che quasi un anno fa, con un numero di iscritti pressoché identico, sancirono il cambio di simbolo o dei 37.127 che nel novembre 2014 votarono l’introduzione del direttorio. C’è poi chi sulla mancata partecipazione osserva che chi non è tanto pratico di computer ed ha, poniamo 67 anni, come può testimoniare il proprio intento, facendo così del fatto anagrafico una ragione dell’astensione.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *