Cultura & Società Ultime Notizie

Merano – SONORA 2016, appuntamento speciale al Palais Mamming

14 Ottobre 2016

author:

Merano – SONORA 2016, appuntamento speciale al Palais Mamming

19.10.2016 h. 20.30

22 Corde: Claudio Piastra e Ensemble Conductus

Anche per quest’anno la stagione SONORA, curata da Marcello Fera e dall’Associazione Conductus di Merano, giunge alla sua conclusione con un appuntamento che si configura come un evento concertistico molto particolare.
La vocazione e l’intento della proposta musicale di Conductus è la creazione di nuove prospettive d’ascolto, percorsi capaci di spaziare dall’antico al contemporaneo, di avvicinare la musica colta e la musica “popolare” in tutte le sue possibili accezioni. Ed anche in questo concerto di chiusura la stagione non tradisce tale missione.
Il 19 ottobre alle ore 20.30, presso il Palais Mamming di Merano, saliranno sul palco quattro musicisti dell’Ensemble Conductus con un ospite d’eccezione: il chitarrista Claudio Piastra, uno dei maggiori specialisti italiani dello strumento. Un quartetto d’archi e una chitarra, 22 corde per esplorare un repertorio che va dal ‘700 ad oggi, per un’esperienza d’ascolto quasi inedita che rende conto di tre diversi mondi sonori legati a questa non comune formazione.
L’inventore o quanto meno colui che diede rilievo al quintetto con chitarra fu Luigi Boccherini, con cui si apre il programma della serata. Violoncellista eclettico e grande compositore che seppe tracciare una propria via originale, parallela e autonoma rispetto a Haydn e Mozart nel passaggio tra lo Stile Galante e il periodo Classico. Boccherini visse a lungo Madrid, dove compose moltissimi capolavori, tra cui appunto il quintetto con chitarra che include il celeberrimo Fandango, danza spagnola di cui il compositore seppe dare una travolgente versione.
Dall’antico si passa al contemporaneo con Leo Brouwer, compositore di spicco e virtuoso chitarrista cubano, che ha dedicato a questa formazione una rilettura di sette canzoni dei Beatles. Un’operazione per nulla banale ed in fondo non dissimile a quella di Boccherini, il riutilizzo di un materiale “popolare” all’interno di un contesto musicale “colto”.
Sulla stessa linea procede anche il compositore livornese Marco Lenzi che occupa un posto di assoluta autonomia nel panorama attuale. In occasione di questo concerto sarà eseguito in prima assoluta il brano “Giorgio Marni”, in cui Lenzi opera una sorta di metabolizzazione di materiali provenienti dal repertorio sonoro televisivo degli anni ’70 e ’80 trasfigurati da una poetica astratta, tagliente e al tempo stesso sensibile. Una sorta di dialogo commosso con la memoria dedicato a una dimensione estetica, quella televisiva appunto, assai poco meditata e frequentata nell’ambito della musica contemporanea.
Protagonista della serata sarà ovviamente la chitarra di Claudio Piastra, una delle figure di spicco tra i solisti della chitarra in Italia. Ha collaborato infatti come solista con importanti istituzioni quali i Solisti del Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra Sinfonica A. Toscanini, l’Orchestra del Teatro Regio di Parma, e molte orchestre estere tra cui la Grande Orchestra di Stato di S. Pietroburgo, la Filarmonica di Bruch e la MAV Orchestra di Budapest.
Accanto a Piastra sul palco salirà anche Marcello Fera con il suo Ensemble Conductus, in questa occasione in forma di quartetto d’archi. Anima della stagione SONORA, Fera si pone nuovamente come promotore di progetti di grande respiro, rileggendo tanto il passato quanto la contemporaneità con un linguaggio del tutto personale.
Il concerto avrà luogo al Palais Mamming di Merano, sede del nuovo Museo Civico. Il luogo di grande fascino recentemente aperto e restituito alla città dimostra così di poter offrire oltre alla dimensione museale anche l’importante funzione culturale di sede concertistica.

Per info e tickets contattare

Foto/Piastra
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *