Politica Ultime Notizie

Merano. Presscontainer a Sinigo, la parola ai cittadini

21 Ottobre 2016

author:

Merano. Presscontainer a Sinigo, la parola ai cittadini

Lunedì scorso l’assessore provinciale Arnold Schuler ha confermato la disponibilità a cedere al Comune il terreno di Sinigo dove l’amministrazione comunale ha in progetto di realizzare una seconda isola ecologica. La Municipalizzata sta ora elaborando diverse proposte per possibili siti che verranno presentate pubblicamente nei primi mesi del nuovo anno. È previsto anche un sondaggio per individuare la soluzione preferita dagli abitanti di Sinigo.

Circa un terzo delle famiglie meranesi non dispone più del tradizionale bidone delle immondizie, ma conferisce i rifiuti casalinghi, i materiali riciclabili (vetro, metalli e carta) – e in alcuni casi anche l’umido – nelle isole ecologiche presenti nei rispettivi quartieri e facilmente raggiungibili a piedi. A Sinigo una prima isola ecologica è già in funzione in via Fermi. Per consentire a tutti i cittadini di Sinigo di usufruire del servizio di raccolta concentrato in un solo punto (presscontainer + campane per la raccolta differenziata), l’Azienda Servizi Municipalizzati e l’Ufficio ambiente stanno studiando la possibilità di realizzare una seconda isola ecologica nella zona nord della frazione, che conta 557 famiglie e 1.379 persone.

Il direttore di ASM e l’assessora all’ambiente Madeleine Rohrer hanno incontrato a metà giugno di quest’anno i rappresentanti del comitato di quartiere per informarli in merito al progetto e raccogliere eventuali suggerimenti. Le proposte finora pervenute all’amministrazione, e valutate positivamente dai tecnici della Municipalizzata, convergono tutte su un terreno di proprietà del Centro sperimentale Laimburg. Lunedì scorso – in occasione di un incontro con il sindaco Paul Rösch e gli assessori Nerio Zaccaria e Madeleine Rohrer nonché col direttore di ASM Claudio Vitalini – l’assessore provinciale Arnold Schuler ha confermato la disponibilità a cedere l’area in questione al Comune di Merano.

Uno dei siti finora presi in considerazione per l’allestimento della nuova isola ecologica interessava via Damiano Chiesa. 130 confinanti hanno però firmato una petizione per protestare contro questa soluzione. Pur concordando con la necessità di installare a Sinigo un secondo presscontainer, temono odori molesti e un aumento del traffico.

“Questo progetto, che intende migliorare la raccolta differenziata in tutta la frazione, avrà successo solo se sarà condiviso dagli abitanti. Intendiamo quindi proseguire e intensificare il dialogo già avviato e coinvolgere gli abitanti nella decisione circa l’ubicazione della nuova isola ecolgica”, ha commentato l’assessora Rohrer.

“Dal 20 al 31 ottobre – ha chiarito il direttore Vitalini – i cittadini di Sinigo potranno scrivere all’Azienda municipalizzata (info@asmmerano.itinfo@swmeran.it) per formulare le loro proposte in merito. Proposte che possono essere ovviamente anche presentate agli sportelli dell’Azienda in viale Europa”. Tutte le soluzioni verranno esaminate sotto il profilo tecnico della loro fattibilità e sottoposte all’esame della Giunta prima di Natale. A metà febbraio del 2017 è prevista a Sinigo un’assemblea civica, in occasione della quale verranno presentati i siti – da due a un massimo di quattro – ritenuti più idonei. Saranno poi gli abitanti di Sinigo a scegliere quello secondo loro più adatto.

Chi intende presentare una proposta in tal senso all’ASM è pregato di tener conto dei requisiti che il punto di raccolta dei rifiuti deve possedere per poter funzionare in modo efficiente:

– il sito deve essere centrale (nel borgo), in modo tale che il tragitto per raggiungerlo sia il più breve possibile;

– deve essere accessibile a piedi, per venire incontro alla esigenze delle persone più anziane e anche per ragioni ambientali. Il fenomeno dello smaltimento illegale dei rifiuti è infatti più evidente nei siti ai quali si può accedere in auto o con piccoli furgoni;

– il sito non deve essere nascosto, lontano dalle vie di transito principali o in zone poco illuminate, altrimenti si incentiva lo smaltimento illegale e gli utenti si sentono poco sicuri;

– è necessaria una superficie di 200-250 metri quadrati;

– per poter svuotare le campane della differenziata deve potervi accedere il camion dell’ASM;

– i contenitori dell’umido devono essere collocati a una distanza minima di 16 metri dalle finestre degli edifici circostanti;

– deve essere possibile mascherare il sito con opportuni provvedimenti architettonici.

Nel Comune di Merano le isole ecologiche attualmente in funzione sono dodici e vengono pulite giornalmente dall’ASM. Il nuovo punto di raccolta a Sinigo consentirebbe di eliminare 282 tradizionali bidoni famigliari. Inoltre verrebbero rimosse le campane per la differenziata presenti nella parte nord della frazione rendendo così libere altre superfici. ASM prevede di raccogliere, con la nuova isola ecologica, ulteriori 15-30 tonnellate di umido. Lo smaltimento dell’umido organico, a differenza di quello dei rifiuti solidi urbani – è gratuito.

 

 

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *