Cultura e società Ultime Notizie

Merano. Linguaggi in gioco 2016, festival artistico-letterario

6 Ottobre 2016

author:

Merano. Linguaggi in gioco 2016, festival artistico-letterario

Il festival letterario “Sprachspiele/Linguaggi in gioco“, noto per la sua capacità di far convergere la letteratura e le più diverse discipline artistiche, torna quest’anno per la sua sesta edizione, animando dal 12 al 15 ottobre Merano e Verdines/Scena. La letteratura incontra le altre arti, ne nasce un dialogo da cui possono scaturire energie. I protagonisti del Festival provengono dall’Alto Adige, dalla Svizzera, dalla Germania e dall’Australia: tra loro, letterati, musicisti e artisti, performer e blogger. Una delle caratteristiche che contraddistingue i “Linguaggi in gioco” è la varietà delle location che li ospitano, la combinazione fra luoghi che già appartengono alla cultura e altri più inusuali. Il festival è sostenuto dalle associazioni Südtiroler Autorinnen und Autorenvereinigung, ost west club est ovest e Pro Vita Alpina, operante nel Tirolo austriaco. Il festival è organizzato da Sonja Steger, Florentine Prantl e Peter Oberdörfer.

Per l’avvio del festival, i protagonisti e gli spettatori di questo avvenimento culturale si ritrovano mercoledì 12 ottobre alle 17 al KiMM di Maia Bassa, per la presentazione delle nuove residenze Franz Edelmaier per la letteratura e i diritti umani, collocate presso Palazzo Splendor in via Peter Mayr 8.

Il filantropo e sostenitore dei diritti umani Franz Edelmaier (1931-2012), padre cistercense (»Padre Benedikt«) presso il monastero tirolese di Stams, è stato per oltre cinquant’anni parroco a Merano. Ha intestato il proprio lascito alla Società Svizzera per la Convenzione Europea dei Diritti Umani (SGEMKO). Dalla fine del 2015 due appartamenti fungono da residenze per artisti e letterati di ogni genere e di ogni Paese, che vogliano ritirarsi per un periodo e lavorare alle proprie opere in tutta concentrazione e tranquillità. Al termine della visita alle residenze si terrà un rinfresco presso il Bistro del KiMM, che sarà il pretesto per avviare uno scambio di idee e visioni; saranno presenti anche, fra gli altri, Ludwig A. Minelli  della SGEMKO, il Sindaco Paul Rösch, Erwin Seppi, presidente del club est ovest, e Ferruccio delle Cave, vicepresidente del Südtiroler Künstlerbund.

Giovedì 13 ottobre 2016, alle ore 20, si potrà prendere parte alla lettura scenica dell’autrice svizzera Michèle Minelli e del regista Peter Höner. Alcune scene del romanzo “Die Verlorene” prenderanno vita nelle sale della ES gallery, Portici 75, Merano.

Nel pomeriggio della stessa giornata, alle ore 17 in Piazza Duomo si terrà la performance “Dort-Beratung” dell’artista multimediale e blogger del festival, Bruno Schlatter.

Venerdì 14 ottobre 2016 ci si ritrova, invece, alle 20, nell’atelier di Sabine Auer presso il Klotznerhof di Verdines/Scena. Si tratterà di un crocevia di diverse discipline artistiche ma anche di diverse nazionalità: letteratura altoatesina con gli autori Sepp Mall e Romina Casagrande (in lingua italiana), musica alla fisarmonica con Jean Caprice, autore e musicista germanico, opere d’arte dell’artista locale Sabine Auer e dell’australiana Jessie Pitt. Della stessa Jessie Pitt è il motivo riportato sulle t-shirt del Festival.

In occasione della Giornata del Contemporaneo, indetta su scala nazionale dall’Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani per sabato 15 ottobre 2016, l’ormai classica passeggiata letteraria “Peripatos” condurrà autori, autrici e pubblico di atelier in atelier. Ci si incontra alle 14 presso il club est ovest di Merano. All’interno del club si terrà dalle ore 16 alle ore 18 un pomeriggio creativo per bambini di tutte le età.

Alla pagina www.sprachspiele.it  si può prendere visione dell’intero programma e delle informazioni sui singoli appuntamenti, e leggere il blog e di Bruno Schlatter in cui confluisce la documentazione del festival in parole ed immagini.

Il Festival Linguaggi in Gioco è realizzato grazie al sostegno dell’Amministrazione Provinciale, Ufficio Cultura, e del Comune di Merano, e con il patrocinio del Comune di Merano.

 

 

 

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *