Cultura & Società Ultime Notizie

Imballaggi, numerose attività a rischio maxi-sanzione

9 Ottobre 2016

author:

Imballaggi, numerose attività a rischio maxi-sanzione

CNA Trentino Alto Adige e CONAI sensibilizzano le imprese non ancora iscritte al Consorzio

Imballaggi, mettersi in regola entro il 31 dicembre conviene: non ci sono sanzioni né interessi di mora e si evita di incappare in multe onerose da 5.000 euro per omessa adesione o nell’obbligo di versare fino a 10 anni di contributi arretrati. È il messaggio trasmesso ieri sera (6 ottobre 2016) alle numerose aziende del Trentino Alto Adige che hanno partecipato alla serata informativa organizzata a Bolzano da CNA del Trentino Alto Adige sull’iniziativa “Tutti in regola”, promossa da CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) e CNA nazionale.

Günther Schwienbacher, vicedirettore di CNA dell’Alto Adige e referente per i temi ambientali, ha introdotto la serata, che ha avuto due relatori: Barbara Gatto, coordinatrice del Dipartimento Politiche Ambientali di CNA nazionale, e Andrea Briosi del CONAI.

Il Consorzio Nazionale Imballaggi si occupa della raccolta e del riciclaggio degli imballaggi usati e del finanziamento attraverso il contributo su tutti gli imballaggi immessi sul mercato nazionale. “La CNA – ha spiegato Barbara Gatto – ha partecipato alla costituzione di quasi tutti i consorzi di gestione dei rifiuti, compreso il CONAI. Sono consorzi privati, ma istituiti dalla legge per un interesse collettivo, ovvero la tutela dell’ambiente. I produttori e gli utilizzatori di imballaggi attraverso il CONAI adempiono alle responsabilità previste dalla legge sulla corretta gestione dei rifiuti finalizzata al recupero dei materiali. I produttori devono iscriversi al CONAI e applicare un contributo su ogni imballaggio venduto. Gli utilizzatori, gran parte delle imprese anche di piccole dimensioni, devono solo iscriversi a CONAI pagando una quota di 5,16 euro una tantum più una quota variabile una tantum in base alle dimensioni dell’azienda. Tutti in regola è un’occasione da non perdere”.

Non iscriversi al Consorzio significa rischiare una multa di 5.000 euro da parte della Provincia, ente vigilante in materia. “L’operazione Tutti in regola, fortemente voluta da CNA che la sta promuovendo in tutta Italia, consente con semplicità e senza sanzioni di sanare la propria posizione entro il 31 dicembre, ha chiarito Barbara Gatto”.

Andrea Briosi del CONAI ha illustrato le modalità di adesione all’iniziativa: “Attraverso gli incontri informativi, stiamo informando tutte le aziende d’Italia sugli obblighi di legge che molte imprese non conoscono. Aderire a Tutti in regola significa regolarizzare la posizione solo sulla base dell’ultimo triennio, senza interessi di mora e con piani di rientro fino a 60 mesi. Molte aziende non sanno, ad esempio, che senza l’iscrizione al CONAI non adempiono agli obblighi per gli imballaggi di prodotti acquistati fuori dal mercato nazionale”.

“Il CONAI utilizza i contributi per finanziare i Comuni nella raccolta corretta degli imballaggi. Basti pensare che la SEAB di Bolzano riceve quasi 1,5 milioni di euro l’anno da CONAI”, ha concluso il vice direttore Schwienbacher.

 

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *