Cronaca Ultime Notizie

Bolzano. Un autobus elettrico viene sperimentato sulle strade locali

6 Ottobre 2016

author:

Bolzano. Un autobus elettrico viene sperimentato sulle strade locali

Ne dà comunicazione Markus Silbernagl, presidente della LiBUS

Un autobus elettrico da alcune settimane sta viaggiando sulle strade dell’Alto Adige. Lo ha messo in strada il consorzio LiBUS per verificarne la funzionalità e quindi progettare eventualmente un adeguato impiego in provincia Si tratta di un veicolo elettrico al 100%, lungo 8,9 metri, con 27 posti a sedere e 35 in piedi e un’autonomia di circa 150 km prima di essere sottoposto a ricarica.

I servizi di linea del trasporto pubblico locale danno già un grosso contributo alla tutela dell’ambiente – chiarisce il presidente di LiBUS Markus  Silbernagl – basti solo pensare ai 42 milioni di corse che i bus effettuano ogni anno eliminando di conseguenza una consistente fetta di traffico privato. Ma il Consorzio dei concessionari di linea dell’Alto Adige LiBUS non si accontenta e, nell’intento di rendere il trasporto pubblico ancora più sostenibile, sta testando su varie tratte della provincia un bus totalmente elettrico. “Rispetto dell’ambiente e comfort dei viaggiatori sono da sempre le nostre priorità”, afferma il presidente di LiBUS Markus Silbernagl

La LiBUS raggruppa 19 aziende altoatesine a conduzione familiare che operano prevalentemente nelle vallate orientali della provincia. È un consorzio di piccole e medie imprese che possiede da un minimo di uno a un massimo di 27 autobus. I collaboratori sono oltre 330 tra autisti, meccanici, addetti alle pulizie, personale amministrativo, personale mobile e addetti al controllo qualità del trasporto.Appena un paio di mesi fa il consorzio LiBUS ha presentato 35 nuovi veicoli Euro 6, realizzati in diversi tipologie, che nel corso di quest’anno andranno a sostituire i vecchi mezzi Euro 2 ed Euro 3. “Alcune delle nostre linee si trovano in una zona altamente sensibile come le vallate dolomitiche, dichiarate patrimonio naturale dall’UNESCO, per cui il rispetto dell’ambiente è ancora più importante”, spiega Silbernagl. I veicoli diesel Euro 6 rappresentano lo stato dell’arte dal punto di vista tecnologico e sono attualmente la soluzione più ecologica per le linee extraurbane e le strade di montagna. Ma in futuro questo scenario cambierà, comunica  con convinzione Silbernagl, e per tenersi sempre aggiornati sull’evoluzione tecnologica alcuni rappresentanti del consorzio LiBUS hanno visitato recentemente le più importanti fiere dedicate ai trasporti, tra cui la Innotrans a Berlino e il salone internazionale del veicolo commerciale IAA di Hannover.

Il bus elettrico è stato sottoposto ad un test molto impegnativo nelle prime due settimane di settembre, quando ha dovuto viaggiare ogni giorno sull’Alpe di Siusi trasportando fino a 60 persone a corsa tra Compaccio, Saltria e Piz, località che si trovano a quote variabili tra 1.800 e 2.000 metri. Secondo quanto riferito dagli autisti, i bus hanno superato senza problemi le pendenze dimostrando di possedere potenza e ripresa a sufficienza. Buone notizie anche per il comfort dei passeggeri. Il motore elettrico è silenzioso e, grazie al cambio automatico a variazione continua, a bordo non si avverte il minimo scossone.

Il 16 settembre, in occasione di una manifestazione sulla mobilità sostenibile, il bus è stato impiegato poi Val Badia, precisamente sulla tratta San Vigilio-Pederü; il 24 settembre invece ha fatto la spola tra i paesi di San Leonardo e Moso durante la sagra della Val Passiria. Il veicolo elettrico continuerà a viaggiare fino a metà ottobre a Campo Tures dal 04.10.2016 al 09.10.2016 (linea 455) e a Brunico come Citybus dal 10.10.2016 al 15.10.2016 (linea 420.1).

A giudizio sia dei passeggeri che dei tecnici i risultati finora osservato sono molto buoni e pertanto la sperimentazione viene portata avanti con convinzione.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *