Politica Ultime Notizie

Bolzano. Ridurre la velocità nel tratto autostradale vicino alla città per ridurre l’inquinamento

24 Ottobre 2016

author:

Bolzano. Ridurre la velocità nel tratto autostradale vicino alla città per ridurre l’inquinamento

La proposta è del Sindaco Caramaschi al Presidente Arno Kompatscher.

La riduzione della velocità nel tratto cittadino dell’A22 compreso tra i caselli di Bolzano Sud e Bolzano Nord ridurrebbe l’inquinamento atmosferico nella città di Bolzano tra il 10 e il 15%.

Da anni si conoscono gli effetti nocivi sull’ambiente in conseguenza dall’inquinamento da biossido d’azoto causato dall’Autostrada del Brennero e da anni si parla invano di intervenire, ma oltre alle parole nulla finora è stato fatto. Purtroppo, anche a causa dell’onerosità dei interventi strutturali, alle parole riguardo alle conseguenze del passaggio dell’A22 in prossimità della città di Bolzano non è seguita mai alcuna iniziativa

Sull’Italia pesa la minaccia di una procedura europea per l’inquinamento autostradale e finalmente, forse, per quanto ci riguarda si introdurrà un limite di velocità dagli attuali 110 km/h ai 90 km/h sul tratto di Autobrennero che passa vicino alla città.

Il sindaco di Bolzano, esausto di attendere interventi strutturali che mai arrivano, ha deciso di chiedere al Presidente della Giunta provinciale ArnoKompatscher di proporre alla Società dell’Autostrada la  riduzione della velocità nel tratto di autostrada,lungo otto chilometri, che costeggia il capoluogo

Scrive in una nota Claudio Della Ratta, consigliere comunale del Psi di appoggiare la decisione del Sindaco perché, nonostante  il provvedimento non sia risolutivo– afferma  -“in attesa di altri più drastici interventi a livello strutturale, ritengo che gli abitanti di Bolzano non possono continuare a morire d’ inquinamento per il fatalismo dei governanti. La riduzione diella velocità può contribuire a ridurre il tasso  di mortalità che, ricordo – conclude Della Ratta – a Bolzano é del 40% più elevato che nel resto della provincia.”

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *