Politica Ultime Notizie

Bolzano. Profughi, i fuori quota non sono “figli di nessuno.”

8 Ottobre 2016

author:

Bolzano. Profughi, i fuori quota non sono “figli di nessuno.”

Alfano garantisce a Kompatscher che i fuori quota saranno conteggiati e inseriti secondo le regole del sistema nazionale di accoglienza.

 Accordo raggiunto a Roma tra il presidente della Provincia Arno Kompatscher e il ministro Alfano. I fuori quota saranno conteggiati e inseriti nelle regole del sistema nazionale di accoglienza. Questo in sintesi il risultato dell’accordo. Che significa, come ha chiarito Luca Critelli, direttore della Ripartizione provinciale Famiglia e politiche sociali, che quando l’Alto Adige raggiungerà la quota che gli spetta – 1400 era il tetto della scorsa settimana – i migranti saranno smistati nelle regioni che non hanno raggiunto il tetto.Kompatscher ha ottenuto anche le garanzie riguardo ai finanziamenti necessari alla copertura dei costi inerenti.

Alla Questura spetterà il compito di controllare lo status dei migranti, cioè la verifica di chi ha titolo di rimanere e chi no.

Il consigliere provinciale dei Verdi Riccardo Dello Sbarba obietta sui numeri.”Ora la quota  di ripartizione su scala nazionale assegnata all’Alto Adige – quantifica – salirà a 1.700 persone dopo gli arrivi dell’ultima settimana, considerando i 1000 già accolti, i 450 ex fuori quota e i 250 che arriveranno prossimamente da Roma. Si deciderà la Provincia a uscire dalla logica dell’emergenza?”

Paolo Valente, direttore italiano della Caritas, giudica positivo il risultato raggiunto pur  osservando che “il nuovo sistema va applicato con intelligenza e umanità.” Sulla posizione del Comune di Bolzano il sindaco Renzo Caramaschi, il vicesindaco Christoph Baur e l’assessore Repetto hanno chiarito nell’incontro con l’assessora Martha Stocker che almeno 300 fuori quota entro gennaio dovranno trovare sistemazione al di fuori del capoluogo

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *