Cultura & Società Ultime Notizie

Bolzano. Le donne devono imparare a difendersi

22 Ottobre 2016

author:

Bolzano. Le donne devono imparare a difendersi

Quest’anno Judokwai Bolzano si concentra in particolare sull’autodifesa.

 

Prosegue a 360 gradi l’attività dell’A.S.D. Judokwai Bolzano, diretta con passione dal Maestro e Vice Presidente Fabio Dainese e dal Maestro Pierangelo Dainese. Anche quest’anno durante la 40° Stagione sportiva 2016/2017 particolare attenzione sarà rivolta anche all’attività di Autodifesa Femminile. Si tratta di corsi rivolti sulla base del “MGA Metodo Globale Autodifesa FIJLKAM – Legittima Difesa“ rivolti a donne di qualsiasi età, con un programma studiato per essere affrontato senza difficoltà da chiunque, indipendentemente da età, grado di allenamento, struttura fisica affrontando i vari aspetti e situazioni di rischio. L’arma numero uno è quella che permette di evitare l’aggressione: la prevenzione. Viene data importanza ai “confini personali” e al linguaggio del corpo, il tutto per imparare a mantenere la calma nei momenti peggiori e a reagire con decisione nel migliore dei modi. Un programma di corsi, per dire no alla violenza e garantire alle donne la possibilità di difendersi, che ha come obiettivo il consolidamento dell’autostima e della determinazione affinché la donna possa mantenere la calma necessaria per reagire istantaneamente ed efficacemente; per utilizzare la paura come energia positiva, sviluppare una “cultura della sicurezza” e potenziare il proprio livello percettivo e cognitivo in relazione alle situazioni di pericolo. I Corsi si svilupperanno attorno a 3 livelli: l’aspetto psicologico e penale; la preparazione fisica e quella tecnica. L’aspetto psicologico mira ad individuare le differenti caratteristiche e le tipologie di aggressione e aggressore, tenendo ben presente i vari aspetti di diritto penale della legittima difesa, anche con il supporto di Specialisti del Settore. La preparazione fisica intende migliorare le capacità motorie potenziandone velocità, forza e resistenza. Acquisire consapevolezza nelle proprie capacità aiuta ad allentare la tensione e a vincere le paure. La Preparazione tecnica, qualora nonostante la Prevenzione, il pericolo si presentasse, si passa alla “difesa verbale”, imparando ad assumere una “posizione di avvertimento” e eventualmente quella “fisica”, lo step successivo, in piedi o come ultimo strumento a disposizione quella “fisica a terra”, con l’acquisizione di tecniche tradizionali e moderne. Sapersi difendere è un diritto di tutte le donne ma, chi per prime devono crederci, sono le donne stesse.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *