Politica Ultime Notizie

Bolzano. Circoscrizioni, abolirle no, ristrutturale sì

11 Ottobre 2016

author:

Bolzano. Circoscrizioni, abolirle no, ristrutturale sì

Rendere efficaci i consigli di quartiere, snellendo le procedure. 

Ieri in Giunta comunale è iniziata la discussione sul futuro dei Consigli di quartiere. Nati nel 1995 come decentramento amministrativo vicino ai cittadini, se da un lato sono i terminali della sensibilità della popolazione, da cui il Consiglio comunale recepisce i bisogni dei cittadini, dall’altro nel corso dei loro primi 20 anni hanno spesso dimostrato di essere una copia esangue del Consiglio comunale con un inutile appesantimento nelle procedure.

A porre il problema è stato l’assessore al decentramento _Angelo Gennaccaro riportando il pensiero trasversale di numerose forze politiche,  secondo il quale o si dotano tali strutture di competenze chiare e precise, oppure non vale la pena di tenerle in vita.

Secondo il Sindaco Renzo Caramaschi, 11 consiglieri per ogni quartiere, in tutto 55, sono troppi. Ne basterebbero la metà. Non per una questione di costi: al presidente vanno 600 Euro e ai consiglieri ogni seduta 60 lordi. Le cifre sono modeste, piuttosto l’aspetto negativo è che il numero elevato dei consiglieri aumenta la litigiosità. Caramaschi esclude pertanto la soppressione drastica dei Consigli, bensì suggerisce la riduzione dei rappresentanti, anche per evitare la pletora di pareri non vincolanti e spesso inutili.

Da parte del Pd viene la difesa degli organismi decentrati, che però concorda con Caramaschi sulla necessità che essi vadano riformati.

Il dibattito è appena iniziato e, sostiene Gennaccaro , “non si può restare a metà del guado.”

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *