Cultura & Società Ultime Notizie

Alps Move 2016: ottobre – novembre – dicembre

7 Ottobre 2016

author:

Alps Move 2016: ottobre – novembre – dicembre

Tre mesi e quattro città per la danza locale

L’11° edizione del Festival Alps Move si apre all’insegna del movimento, con un nuovo formato e la consueta attenzione alla scena locale, lo sguardo sempre rivolto verso il futuro e la sperimentazione. Dal 15 ottobre all’11 dicembre!

Quest’anno l’autunno in provincia di Bolzano sarà all’insegna della danza contemporanea e del movimento!

Per l’undicesima volta la Cooperativa Sudtirolese Teatro Danza organizza il suo Festival Alps Move, l’unica piattaforma per la danza contemporanea regionale e il teatro danza, che si terrà dal 15 ottobre all’11 dicembre con 14 appuntamenti e 15 danzatori/coreografi sudtirolesi coinvolti.

Il programma vuole essere come al solito un bilancio della situazione locale ed un’occasione per guardare oltre i confini regionali alla scena europea ed internazionale. Saranno quattro le prime assolute con lo spettacolo Umrisse vom ich oder du, di Sarah Merler, e l’eclettico spettacolo Fratelli Cortinas, della formazione Cortinas Orquesta Atipica di Franz Weger, oltre agli spettacoli di Santija Bieza (La natura non chiede permessi) e Yunjung Kim (See2016). Due invece le prime italiane, gli spettacoli Eight e The Ripe and Ruin di Marion Sparber e Uncanny Valley di Eveline Stadler.Tra gli highlights senza dubbio l’ospite torinese di questa edizione, la compagnia Stalker Teatro, veterana del teatro sperimentale e della performance.

UN NUOVO FORMATO

Con una ormai decennale tradizione alle spalle la Cooperativa Sudtirolese Teatro Danza rinnova quest’anno il formato del Festival Alps Move, estendendo la programmazione su tre mesi, dal 15 ottobre all’11 dicembre, con spettacoli nei centri di Lana, Merano, Bolzano ed Innsbruck. Diciannove spettacoli all’insegna della danza, del movimento e del teatro di innovazione, che si configurano come uno specchio della situazione locale ed internazionale.

Il Festival Alps Move invita i danzatori altoatesini residenti in regione e all’estero a portare sul palcoscenico i propri spettacoli, permettendo un fecondo confronto tra la scena regionale e i grandi centri europei come Berlino, Vienna e Kassel.

Malgrado l’endemica mancanza di un conteso professionale di danza e di una formazione di alto livello in regione, la Cooperativa Sudtirolese Teatro Danza è riuscita in questi anni a proporre più di 165 rappresentazioni in provincia e 22 all’estero, con ben 63 premieres, attivando un dialogo creativo coi giovani artisti e dando visibilità alla scena regionale.

ANIMA_ANIMUS – UN PRELUDIO AL FESTIVAL

Ad anticipare la vera e propria apertura del Festival, Alps Move porta la danza contemporanea in strada. Il 15 ottobre alle ore 10.30 e alle ore 11.30 di fronte alla biblioteca di Lana Riccardo Meneghini presenterà Anima_Animus, uno spettacolo incentrato sulla duplicità della natura umana, esemplificata negli archetipi dell’inconscio collettivo individuati da C.G.Jung, con una coreografia che vuole essere un confronto dialettico tra il “lato femminile” ed il “lato maschile” della psiche umana. In scena Giulia Piana e Riccardo Meneghini, coreografo e ballerino con alle spalle una lunga esperienza su palcoscenici internazionali e collaborazioni con celebri coreografi quali Carolyn Carlson, Russell Maliphant, Rui Horta, Didi Veldman, Janet Smith, Liv Lorent e molti altri.

Lo spettacolo verrà replicato negli stessi orari il giorno 18 ottobre, sempre a Lana presso la zona pedonale “Am Gries”.

LANA 15.10 – 23.10.2016

Dopo gli spettacoli en plein air del 15 e 18 ottobre il Festival Alps Move apre ufficialmente con la serata inaugurale del 21 ottobre, alla Raiffeisenhaus di Lana. In scena lo spettacolo Eight+Video+Ripe and Ruin, concepito e realizzato da Marion Sparber in collaborazione con la danzatrice spagnola Nerea Martínez Martín. Originaria di Nalles, Marion Sparber lavora da anni a Berlino e torna in Alto Adige quest’anno per presentare le peformance Eight e The Ripe and Ruin, concepite come sorta di rappresentazione circolare dell’evoluzione, del decadimento e della rinascita, intervallate da un video della brasiliana Keren Chernizon.

Il Festival proseguirà poi a Lana sempre alla Raiffeisenhaus con altri due appuntamenti: Mirror(s), della compagnia Errante Teatro Danza, incentrato sulle differenze di genere e le identità fluttuanti, che si terrà il 22 ottobre alle ore 20,00 e 21.30; e Uncanny Valley di Evelin Stadler, danzatrice sudtirolese di base a Kassel, che si esibirà con l’Ensemble Phorminx di musica contemporanea, il 23 ottobre alle ore 20.00.

BOLZANO 18.11 – 30.11.2016

Per il mese di novembre l’appuntamento con la danza contemporanea è a Bolzano con tre appuntamenti che spaziano dal teatro di sperimentazione alla danza tout court.

Il 18 novembre alle ore 20.00 al Teatro Comunale di Gries si incontreranno la danzatrice sudtirolese Sarah Merler e la compagnia torinese Stalker Teatro.

Ad aprire lo serata sarà la Merler con Umrisse vom ich oder du, un assolo incentrato su tematiche politiche e sociali ed il complesso rapporto tra danza e linguaggio. A seguire il teatro di innovazione di Stalker Teatro, una compagnia attiva dagli anni ‘70 e che vanta tra l’altro collaborazioni con Michelangelo Pistoletto. Insieme ad Ozmotic Duo, duo di musica elettronica e strumentale, Stalker Teatro presenterà Drama Sound City, una serie di scene/quadri visionari, scanditi da luci, azioni e suoni che compongono e scompongono geometrie della periferia cittadina creando suggestive immagini dai caratteri solitari, notturni, enigmatici.

Un appuntamento consueto del Festival è quello con la Contact, una tecnica di danza d’improvvisazione nata negli anni Sessanta. Quest’anno l’evento Contact-Jam, aperto a tutti gli interessati si terrà al Teatro Comunale di Gries dalle ore 14 alle ore 20 del 19 novembre. Un’ occasione per tutti di avvicinarsi a questa disciplina e scoprire nuove forme di movimento.

Nella splendida cornice del Museion, il 30 novembre alle 20.00, si terrà l’ultimo appuntamento bolzanino della rassegna con due artiste straniere che da tempo ormai abitano nella nostra provincia: la coreana Yunjung Kim, che invaderà il Museion Passage con la sua performance See2016, e la lettone Santija Bieza, che in La natura non chiede permessi indagherà le contraddizioni generate dal rapporto tra la natura istintuale dell’essere umano ed i condizionamenti sociali e modelli culturali.

INNSBRUCK 7.12.2016

Anche quest’anno Alps Move ripropone l’appuntamento al Freies Theater di Innbruck grazie alla collaborazione con tre danzatrici nate in Alto Adige ed attive in Austria: Katharina Schwärzer, Nora Pider e Anna Heiss.

In scena il 7 dicembre, alle ore 20.00 lo spettacolo Homo Ludens della Schwärzer, concepito come un “work in progress” che mira a coinvolgere il pubblico nell’azione, stimolandone attivamente la percezione e la coscienza. A seguire il duo VonPiderZuHeiss presenterà Salvation, una sorta di liturgia dell’adorazione romantica incentrata intorno all’attesa della chiamata “redentrice” dell’amato.

MERANO 9.12 – 11.12.2016

A Merano si chiude l’undicesima edizione del Festival Alps Move con due spettacoli che mettono al centro dell’indagine artistica le problematiche di genere, tema molto caro al dibattito contemporaneo. Il primo spettacolo, Gender Play, concepito dalla coreografa Martina Marini e dal suo laboratorio Fucinadanza – Tanzschmiede, vedrà nuovamente in scena Riccardo Meneghini questa volta accompagnato da Anastasia Kostner, per una performance che trasforma la danza in un gioco di ruoli dove i tradizionali attributi del maschile e del femminile sono rimescolati con leggerezza ed ironia, senza dimenticare però il dramma di chi si sente imprigionato in un corpo in cui non si riconosce.

Dass ich eins und doppelt bin – revisited, messo in scena da Idea – tanztheaterperformance, di Doris Plankl e Remo Rostagno, affronterà invece il tema dell’identità rifacendosi al mito dell’androgino, riproponendo l’idea dell’inseparabilità dell’elemento maschile e femminile nella natura umana. Idea produce da oltre vent’anni progetti nel campo della danza contemporanea e del teatro, proponendosi come una delle iniziative più fertili e ricche di conseguenze nel nostro territorio.

I due spettacoli si terranno al Teatro Puccini di Merano il 9 e il 10 dicembre alle ore 20.00.

L’11 dicembre, a conclusione di questa ricca offerta di spettacoli la Cooperativa Sudtirolese Teatro Danza invita il suo pubblico ad una serata davvero particolare, che si aprirà al Teatro Puccini alle 20.00 con Cortinas Orquesta Atipica, che vedrà sul palco accanto a Franz Weger, Elizabeth Orion e Fernando Nuresi, nello spettacolo Fratelli Cortinas, che si propone come un progetto interdisciplinare tra danza, musica e teatro. A seguire la Milonga, in collaborazione con NocheinTango, che si protrarrà fino a mezzanotte, un’occasione unica per vivere insieme una serata all’insegna della passione per la danza e il movimento.

I biglietti per gli spettacoli possono essere prenotati all’indirizzo tickets@alpsmove.it. Sono disponibili anche abbonamenti e riduzioni. Ulteriori informazioni sono disponibili al sito www.alpsmove.it

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *