Cultura & Società Ultime Notizie

Il Viceministro Nencini conduce il tavolo di lavoro “Treno delle Dolomiti” al Ministero

29 Settembre 2016

author:

Il Viceministro Nencini conduce il tavolo di lavoro “Treno delle Dolomiti” al Ministero

Il Presidente di SAD, Perathoner: A Roma siamo partiti col piede giusto!

In occasione della presentazione del progetto “Treno delle Dolomiti” da parte dell’Amministratore Delegato Ingemar Gatterer, il 29 luglio al Castello di Presule, il Viceministro dei Trasporti Riccardo Nencini aveva annunciato di voler organizzare in autunno un tavolo di lavoro dedicato al Ministero dei Trasporti. Il 27 settembre si è tenuto il primo incontro del tavolo di lavoro presieduto dal Viceministro Nencini, che ha condotto personalmente la riunione. Alla delegazione di SAD, guidata dal Presidente Christoph Perathoner, partecipava anche il Direttore Generale Mariano Vettori e il coordinatore del progetto Helmuth Moroder, responsabili per l’attuazione tecnica del progetto. La delegazione di SAD è stata inoltre accompagnata dal Senatore SVP Hans Berger. In rappresentanza del Ministero erano presenti insieme al Direttore Generale del Ministero dei Trasporti Virginio di Giambattista anche dirigenti ed esperti del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane.

“Il progetto Treno delle Dolomiti, un collegamento tra Bolzano e Cortina, è stato positivamente accolto al Ministero dei Trasporti a Roma. La risonanza da Roma ci rende fiduciosi come azienda e ci rafforza nell’attuazione di questo progetto esteso a più regioni”, spiega il Presidente di SAD Christoph Perathoner alla fine della riunione.

Nella prima parte della riunione sono stati innanzittutto illustrati il tracciato e la tecnica ferroviaria necessaria, approfondendo successivamente gli aspetti socio-economici. “Nel processo di pianificazione tecnica Helmuth Moroder ha assegnato un ruolo fondamentale all’aspetto ambientale, che di conseguenza verrà adeguatamente preso in considerazione”, continua Perathoner.

Durante l’incontro è stato inoltre approfondito il tema del finanziamento attraverso il modello Public-Privat-Partnership (PPP). “Il modello di finanziamento è un elemento essenziale per la realizzazione del progetto di SAD. Questo modello ci ha permesso di guadagnare molti punti presso i rappresentanti del Ministero, d’altra parte sono stati però investiti da parte nostra tempo ed energie”, così dice il Presidente Perathoner. “Siamo sufficientemente realisti per sapere che il cammino per la realizzazione di un simile progetto sarà lungo e che siamo solo agli inizi”, spiega Perathoner. Perathoner è sicuro che il progetto potrà avere successo, solo se tutti i soggetti coinvolti, a partire dai Comuni interessati, l’Alto Adige, la regione Veneto, l’Unione Europea e le Associazioni uniranno le forze.

Il Viceministro dei Trasporti Nencini, favorevole al progetto, immagina che dopo le relative verifiche ed approfondimenti, il governo italiano inoltri il progetto per il finanziamento all’Unione Europea a Bruxelles e che lo sostenga. Alla fine della riunione Nencini ha aggiunto che già nelle prossime settimane si terrà il prossimo incontro sul piano tecnico. Secondo il Direttore Generale Vettori si sta già definendo l’appuntamento con il Ministero e le Ferrovie dello Stato.

Il Senatore SVP Hans Berger, che sostiene ed appoggia il progetto del Treno delle Dolomiti a livello romano, ha colto l’occasione per menzionare al Ministero anche il progetto della Ferrovia Brunico-Campo Tures, portando una serie di argomenti a favore della realizzazione di questo treno. L’A.D. Ingemar Gatterer aveva già prospettato al Senatore SVP Berger una collaborazione o un sostegno tecnico per la realizzazione della Ferrovia Brunico-Campo Tures, a condizione che questa sia accolta a livello locale.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *