Esteri Ultime Notizie

Germania. Leader Csu attacca Merkel “i cittadini non vogliono la politica di Berlino. Colpa della Merkel”

7 Settembre 2016

author:

Germania. Leader Csu attacca Merkel “i cittadini non vogliono la politica di Berlino. Colpa della Merkel”

In foto: Angela Merkel

L’ala bavarese del partito di Angela Merkel, da sempre critica sulle politiche per l’immigrazione, attacca la leadership della cancelliera tedesca dopo la sconfitta elettorale in Meclemburgo-Pomerania. “I cittadini non vogliono questa politica scelta da Berlino”, afferma il primo ministro bavarese Horst Seehofer dalle colonne del quotidiano di Monaco “Süddeutsche Zeitung”.   Secondo Seehofer, che è anche leader della Csu, ramo bavarese del partito Cdu della Merkel, vi è una situazione “veramente rischiosa” per la Cdu/Csu. Il risultato “disastroso” delle elezioni in Meclemburgo-Pomerania è conseguenza di una gestione sbagliata, afferma l’arciconservatore Seehofer, accusando la Merkel di aver ignorato le esortazioni giunte da Monaco per cambiare la politica di accoglienza ai migranti.      

La politica migratoria è la goccia che ha fatto traboccare il vaso, incalza Seehofer, secondo il quale il problema è ben più ampio ed è necessario entro ottobre un chiarimento interno al partito su sicurezza, tasse, pensioni e migranti.  

L’attacco del leader bavarese giunge dopo che, alle elezioni di domenica nel land orientale di Meclemburgo Pomerania, la Cdu è scesa dal secondo al terzo posto, ottenendo il 19% e facendosi superare dal partito anti immigrati Alternativa per la Germania (AfD) con il 20,8 %. Secondo Seehofer, la Merkel non ha saputo cogliere i segnali che erano giunti anche da appuntamenti elettorali precedenti. Cancelliere tedesco dal novembre 2005, la Merkel guida la Cdu dall’aprile del 2000 ed ha il suo collegio elettorale proprio nel Meclemburgo-Pomerania.

Fonte: http://www.tribunapoliticaweb.it/societa/estero/europa/2016/09/06/33577_germania-leader-csu-attacca-merkel-cittadini-non-vogliono-la-politica-berlino-colpa-della-merkel/

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *