Politica Ultime Notizie

Bolzano. Tanti i temi affrontati dall’esecutivo cittadino

6 Settembre 2016

author:

Bolzano. Tanti i temi affrontati dall’esecutivo cittadino

Stamane si è riunita la Giunta comunale di Bolzano. Queste le principali decisioni comunicate in conferenza stampa dal Sindaco Renzo Caramaschi

Delibere
Approvata dalla Giunta una proposta di variante al PUC relativa alla zona per opere ed impianti pubblici – amministrazione e servizi pubblici, sita in via Rencio, (edificio “ex Agnello”). Approvata anche una variante al Piano di recupero “Via Capuccini”. La Giunta ha espresso parere favorevole alla proposta di modifica d’ufficio del piano d’attuazione della zona per insediamenti produttivi di interesse provinciale “ex Alumix”. Approvato l’affidamento della gestione di sei scuole provinciali dell’infanzia in base alle condizioni agli atti del servizio Scuole dell’Infanzia. Approvata anche la delibera che certifica la regolare tenuta dello schedario informatico elettorale.
Affidato anche per il nuovo anno scolastico 2016-2017 il servizio di sorveglianza in prossimità delle scuole a cittadini anziani (nonni vigili). Approvata la graduatoria di cittadini anziani (98) in possesso dei requisiti prescritti dall’apposito regolamento per svolgere tale servizio per una spesa complessiva presunta di 411.000 Euro. Approvati un ulteriore spesa di 42.715 Euro per i lavori di rifacimento del manto in erba sintetica del campo da calcio “Righi” di via Cadorna e la fornitura e posa di nuovi loculi ossario al cimitero di Oltrisarco per una spesa di 219.600 Euro.
Promemoria
La Giunta ha quindi approvato una ventina di promemoria con concessione di patrocinio e autorizzazione per iniziative e manifestazioni in città in ambito culturale, sportivo, economico, ricreativo e del tempo libero e di solidarietà . La Giunta comunale ha fatto propria inoltre la proposta dell’ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) trasmettendola al Consiglio Comunale, di devolvere il gettone di presenza dei consiglieri di una seduta in favore delle vittime del terremoto del centro Italia.

Varie
Il Sindaco conversando con i giornalisti sui temi di attualità,  ha ribadito che è sua intenzione proporre in sede di assemblea nazionale dell’ANCI, un mozione sul tema della regolamentazione della prosituzione sul modello delle normative esistenti in altri paesi europei (in particolare del nord Europa).
L’obiettivo è quello di produrre una proposta di legge che vada a normare il fenomeno secondo un regolamento da adottarsi su libera scelta di ogni Comune. “Giova ricordare – ha aggiunto il Sindaco- che al momento giaciono ben 12 disegni di legge in materia mai trattati”. Caramaschi ha parlato della situazione a Bolzano in particolare ai Piani. “Uno spettacolo deprimente. Con i poteri limitati a disposizione di un primo cittadino, per disturbare il transito dei possibili clienti, ho chiesto una maggiore presenza di pattuglie della polizia municipale in modo da scoraggiare tali abitudini. Tento cioè, almeno di spostare le prostitute da sotto le case dei cittadini in zone più periferiche, lontano dalle abitazioni. Lo so che non risolverò il problema in maniera definitiva, ma un sindaco con i poteri a disposizione e la normativa vigente, non può farci praticamente nulla. Ci vuole una presa di coscienza collettiva del problema ed un intervento normativo a livello centrale. C’è poi il problema legato alla criminalità, da non sottovalutare, contiguo allo sfruttamento della prostituzione. Per difendere la dignità delle donne e per chi combatte la criminalità, questa situazione va affrontata senza reticenze”.

Il Sindaco ha poi chiarito i motivi che lo hanno portato, con la Giunta che si è espressa con lui all’unanimità, a negare l’autorizzazione all’affissione di manifesti che reclamizzano con immagini piuttosto eloquenti, uno show erotico previsto nel capoluogo. “Il Consiglio comunale ha approvato nel marzo del 2011 una delibera di adesione all’iniziativa promossa dal coordinamento nazionale “Città libera dalla pubblicità offensiva della dignità della donna”. Nella stessa delibera “il Comune si impegna affinchè nessun materiale inerente iniziative collegate o patrocinate dall’ente e nessuna pubblicazione sui propri mezzi d’informazione e comunicazione, sia veicolo di tali stereotipi avvilenti per la dignità delle donne”. Francamente non sono in grado di giudicare se tale pubblicità sia offensiva della dignità della donna o meno, ma il Consiglio comunale si è espresso in maniera chiara su situazioni di questo tipo e quindi ho deciso di rispettare tale delibera. Non si tratta di essere “bacchettoni” o meno, ma di rispettare una delibera del Consiglio comunale che recepisce una direttiva europea.

Il Sindaco ha quindi brevemente riferito sui temi trattati nel corso della riunione dei gruppi consiliari di maggioranza di ieri: dalle linee programmatiche di governo relative alle azioni ed ai progetti da realizzare nel corso del mandato amministrativo, allo sviluppo del progetto dell’areale ferroviario; dalla riduzione delle tariffe rifiuti SEAB, alla conferma dell’abolizione nel 2017 dell’addizionale IRPEF; dal raggiungimento del pareggio di bilancio al tema dell’accoglienza dei profughi. Infine per quanto riguarda l’utilizzo anche in prospettiva futura del termovalorizzatore di Bolzano sud, il Sindaco ha annunciato che la Giunta comunale si occuperà in maniera specifica del tema nel corso di una prossima riunione.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *