Cronaca Ultime Notizie

Bolzano. Dopodomani sciopero dei dipendenti SAD proclamato da CGIL e UIL

26 Settembre 2016

author:

Bolzano. Dopodomani sciopero dei dipendenti SAD proclamato da CGIL e UIL

Le due sigle sindacali denunciano la spaccatura del fronte sindacale da parte della Azienda Trasporti.

Sciopero nell’azienda Sad per mercoledì 28 settembre. Lo hanno proclamato i sindacati dei trasporti di Cgil-Agb e Uil-Sgk con quattro ore di astensione dal lavoro nei seguenti orari: treni dalle ore 11.30 alle 15.30; autobus dalle ore 17 alle 21; funivie dalle 19.30 alle 23.30; biglietterie dalle 15.30 alle 19.30; officine e uffici dalle 13.30 alle 17.30.

I motivi dello sciopero, come spiegano i sindacati dei trasporti di Cgil-Agb e Uil-Sgk, sono da ricondurre alle “difficili condizioni di lavoro, in particolare ai turni del personale del trasporto pubblico locale degli autobus e dei treni”. Tra i punti critici il cosiddetto ‘nastro’, ossia il tempo che trascorre da quando il lavoratore inizia il turno a quando porta il mezzo in deposito: “Ora sono di nuovo apparsi turni superiori alle 12 ore. “Non è possibile, ad esempio, spiegano i rappresentanti sindacali, che un’autista debba essere impegnato anche 15 ore per poter svolgere le ore di guida previste giornaliere, che sono 6.30 o 8. Può capitare che un conducente in alcune corse in montagna, dove non c’è una circolazione continua come in un contesto urbano, sia costretto a restare fermo alcune ore, perché non può abbandonare il mezzo, prima della corsa del rientro”. I sindacati delle due sigle ricordano che, secondo un accordo del 1988, l’impegno lavorativo continuo è di un massimo di 12 ore. I segretari generali dei trasporti di Cgil e Uil, Anita Perkmann e Artan Mullaymeri, non usano mezzi termini: “Gli autisti e i macchinisti hanno una forte responsabilità relativa alla sicurezza delle persone trasportate, che oltre alle 12 ore viene pregiudicata dalla naturale stanchezza fisiologica”. Altro punto critico riguarda i turni del personale dei treni, a sua volta costretto a una flessibilità continua sull’orario lavorativo. Ulteriori richieste dei sindacati riguardano il calendario ferie per il personale viaggiante che garantisca, a rotazione, due settimane di ferie estive fra giugno e settembre.

Cigl e Uil lamentano poi che le relazioni industriali in Sad sono diventate sempre più difficoltose, “dal momento che l’azienda ha cercato di dividere il fronte sindacale: A tal riguardo siamo stati costretti a rivolgerci agli organi competenti, visto che l’azienda ha portato avanti trattative parallele e separate solo con alcune sigle sindacali

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *