Bolzano. Autista pedofilo torna sullo scuolabus

26 Settembre 2016

author:

Bolzano. Autista pedofilo torna sullo scuolabus

Se ne parlerà in Procura domani.

L’autista era stato condannato con rito abbreviato lo scorso luglio a tre anni e quattro mesi per atti di pedofilia nei confronti di tre minorenni due delle quali conosciute sullo scuolabus. Il suo rapporto con la giustizia momentaneamente è saldato (salvo ricorsi che ancora possono essere sollevati quando verranno presentate le motivazioni della sentenza di condanna di primo grado. La Sad, la società che con la ditta che gestisce lo Scuolabus ha un contratto di sub concessione, non può spostare l’autista perché dal punto di vista giuridico sarebbe scorretto. I genitori dal canto loro vorrebbero la rimozione dell’uomo dall’incarico.

È evidente che dal punto di vista formale la Sad ha le carte in regola nei confronti dell’autista. Altrettanto comprensibilmente i genitori sono preoccupati e vorrebbero garanzie nei confronti delle loro figlie. Evidentemente individuare una via d’uscita sarebbe cosa quanto mai opportuna, anche per i risvolti mediatici che il caso sta assumendo. Di fronte a questa situazione è stato deciso per domani un incontro a Palazzo di giustizia tra il sostituto procuratore Donatella Marchesini e l’avvocato difensore dell’autista Andrea Gnecchi. Si cercherà di individuare una via d’uscita che tuteli le ragazzine e tranquillizzi i genitori, senza ledere diritti dell’autista.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *