Esteri Ultime Notizie

Putin e Erdogan di nuovo amici. Al centro dei colloqui l’economia. Aumentare gli scambi commerciali

9 Agosto 2016

author:

Putin e Erdogan di nuovo amici. Al centro dei colloqui l’economia. Aumentare gli scambi commerciali

In foto: Putin ed Erdogan

Ci sono i rapporti economici tra Turchia e Russia in cima all’agenda dei colloqui di oggi tra il presidente turco Recep Tayyip Erdogan – che lascia per la prima volta Ankara dal fallito golpe del 15 luglio – e il suo omologo russo Vladimir Putin a San Pietroburgo.

Primo incontro dalla crisi diplomatica esplosa nel novembre dello scorso anno, quando un F-16 turco ha abbattuto un jet militare russo che dalla Siria era entrato nel territorio della Turchia, quello di oggi tra Erdogan e Putin rappresenta il coronamento di sforzi diplomatici di mesi per ricucire i rapporti tra i due Paesi, “una nuova pagina nelle nostre relazioni”, ha detto alla vigilia della partenza il presidente turco. Come anticipa l’agenzia di stampa Anadolu, nei colloqui si parlerà di collaborazione in progetti energetici (Erdogan ha annunciato ieri di voler rilanciare la costruzione del gasdotto Turkish stream con Mosca sospesa nei mesi scorsi), nel turismo, di esportazione di prodotti alimentari e industriali, oltre che di nuovi investimenti e dell’impegno reciproco per aumentare il volume degli scambi commerciali.

Due mesi prima della crisi diplomatica del novembre 2015 Russia e Turchia avevano concordato di aumentare gli scambi commerciali a un volume d 100 miliardi di dollari entro il 2023. Secondo l’Istituto di statistica turco il commercio tra i due Paesi è aumentato del 18 per cento tra il 2010 e il 2014 superando i 30

Dati ufficiali forniti dagli istituti di statistica di Ankara e Mosca mostrano inoltre che lo scorso anno la Russia era la seconda maggiore destinazione per le esportazioni di prodotti turchi e la terza fonte di importazione per la Turchia. Nei prossimi sei mesi del 2016, però, le esportazioni dalla Turchia alla Russia sono calate del 60,5 per cento, ovvero a 737 milioni rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

La crisi diplomatica ha anche avuto effetti negativi sul turismo dopo che Mosca ha vietato la vendita di pacchetti turistici e i voli charter verso la Turchia. A causa di queste restrizioni la Turchia ha perso 840 milioni di dollari di entrate dal turismo nella prima metà dell’anno e il numero di visitatori russi in Turchia è calato dell’87 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Il 30 giugno la Russia ha tolto il veto sui voli turistici in Turchia dopo una conversazione telefonica tra Putin ed Erdogan. (Brt/AdnKronos)

Fonte: http://www.tribunapoliticaweb.it/news-in-evidenza/2016/08/09/32856_putie-erdogan-amici-al-centro-dei-colloqui-leconomia-aumentno-gli-scambi-commerciali/

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *