Cronaca Ultime Notizie

Bolzano. Legalizzare la prostituzione, reazioni contrastanti alla proposta del Sindaco

31 Agosto 2016

author:

Bolzano. Legalizzare la prostituzione, reazioni contrastanti alla proposta del Sindaco

“Case di tolleranza”, non eliminano lo sfruttamento.

Come era prevedibile, una ridda di reazioni si sono levate in seguito alla proposta di Renzo Caramaschi di legalizzare la prostituzione trasferendo l’attività all’interno di appartamenti privati. I sindaci non hanno alcun potere in merito, occorrerebbe quindi una legge nazionale. Il primo cittadino di Bolzano pensa che l’ANCI nazionale potrebbe farsi promotore di questa iniziativa. “Una donna che vende il proprio corpo, in casa o per strada, nella maggior parte dei casi è vittima di uno sfruttamento che la rete bolzanina del progetto “Alba” cerca di contrastare quotidianamente da anni”, osserva Marina Bruccoleri, responsabile dell’area Donna e Pari opportunità dell’Associazione “La Strada-Der Weg”. La proposta di Caramaschi secondo Bruccoleri, non è destinata a dare risultati perché “l’affare della prostituzione” è gestito da potentissime organizzazioni criminali.Favorevole invece ad un dibattito a tutto campo si dice Gabriella Kustatscher dell’Associazione “Gea” che da anni contrasta la prostituzione e segue le donne vittime di violenza aiutandole a riscattarsi socialmente.Accusano con veemenza il Sindaco di aver copiato la loro idea di legalizzare la prostituzione il leghista Carlo Vettori e Alessandro Urzì esponente di “Alto Adige nel cuore”.Per il Movimento 5 Stelle invece, Maria Teresa Fortini propone di mutuare dalla Germania la pratica “che istituisce precise zone dove la prostituzione può essere esercitata in modo regolamentato, così che chi la pratica paghi le tasse e possa anche essere tutelato da una forma di controllo pubblico”.
Il dibattito è appena iniziato, vedremo se ci saranno sviluppi interessanti.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *