Arte Ultime Notizie

Bolzano. Concorso pianistico internazionale Ferruccio Busoni si rinnova

26 Agosto 2016

author:

Bolzano. Concorso pianistico internazionale Ferruccio Busoni si rinnova

Saranno 100 i candidati ammessi alle preselezioni ovvero 50 meno del passato.

Non più 150 come in passato si cimenteranno al Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni, la prestigiosa manifestazione che si tiene a Bolzano per la 61esima edizione.

Oltre alla restrizione del numero dei candidati, un’altra novità riguarda la sostituzione di una delle due prove con l’orchestra con l’esecuzione di una prova di musica da camera. 317 sono i pianisti provenienti da tutto il mondo iscritti all’edizione di quest’anno. La selezione di quest’anno prevedeva inoltre i concorrenti presentassero un video con una loro performance. Una giuria speciale composta dal direttore artistico Peter Paul Kainrath, dal pianista Davide Cabassi e dal direttore artistico del Konzerthaus di Vienna Rico Gulda, ha scelto i 100 pianisti che fino al primo settembre si sottoporranno al giudizio di una giuria internazionale. Agli ammessi si aggiungono tre pianisti, allievi del Conservatorio di Bolzano Monteverdi, che si sono distinti Quest’anno si svolgono le preselezioni che sceglieranno i 23 candidati che l’anno prossimo si esibiranno alla prove finali. Se ne occupa una giuria internazionale composta da Olivier Cazal (FR), Ivan Drenikov (BG), Ingrid Fliter (RA), e Katerine Chi (CDN; Hideyo Harada (J)  l’italiano Francesco Libetta,; l’ucraino Yuri Zilberman e Vladimir Horowitz

I candidati che ad oggi – 26 agosto – hanno intrapreso il lungo percorso per ambire al primo premio Busoni sono 95. La loro provenienza tocca quasi tutti i continenti del globo e testimonia il prestigio di cui gode la competizione fondata a Bolzano nel 1949 da Cesare Nordio. In testa gli italiani con 21 candidati ammessi, un numero piuttosto alto che conferma il ruolo di primo piano che questo concorso detiene a livello nazionale. A seguire l’incredibile numero di pianisti coreani, ben 18, cifra che si spiega in parte con la vittoria della coreana Chloe Mun nella scorsa edizione, ma che è anche espressione dell’ascesa di una scuola pianistica sempre più “agguerrita”. Dall’Asia provengono i sette talenti giapponesi, i sette cinesi, seguiti da due taiwanesi. In lizza si contano inoltre cinque candidati da oltreoceano, tre statunitensi e due canadesi. Dalla Francia e dalla Germania provengono rispettivamente quattro pianisti, cinque sono i candidati rispettivamente per Polonia e Russia, tre per l’Ucraina, mentre due saranno i rappresentanti per Svizzera, Croazia e Romania. Belgio, Inghilterra, Bulgaria, Repubblica Ceca, Portogallo, Israele, Siria e Serbia avranno solamente un rappresentante in gara

Il Concorso Ferruccio Busoni, tra i più ambiti riconoscimenti del pianismo internazionale fu fondato nel 1949 da Cesare Nordio che allora dirigeva il conservatorio Claudio Monteverdi in occasione del venticinquesimo anno della morte di Ferruccio Busoni

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *